Zumtobel Award 2010

L'applicazione di tecnologie ecocompatibili nell'architettura e la riflessione sulla possibilità che i grandi agglomerati urbani riescano a evolversi al di là della catastrofe ambientale, sono i temi proposti dai vincitori nelle due categorie dello Zumtobel Award 2010: per la sezione "Ambiente costruito", il riconoscimento è stato assegnato al complesso di uffici Harmonia // 57, realizzato a San Paolo del Brasile dopo una lunga gestazione, mentre la "città autosufficiente" (Self-Sufficient City - New York City Resource & Mobility), concepita dal team Terrefuge e dal network non profit Terreform 1, ha ottenuto la vittoria per "Ricerca & Impresa" (bustler.net).

L'edificio ideato dagli architetti franco-brasiliani di Triptyque - completato nel 2008 dopo una pausa di dieci anni (zumtobel-group-award.com) - è contraddistinto dalla facciata a verde, irrigata attraverso un sistema di riciclo dell'acqua piovana, che gestisce anche il recupero delle eccedenze utilizzate per gli scarichi igienici. "Le pareti sono spesse e coperte all'esterno da uno strato di vegetazione che funziona come una pelle per la struttura. Questa densa muratura è costituita da un calcestruzzo organico  che presenta 'pori', all'interno dei quali crescono diverse specie di piante" (dezeen.com). All'efficienza energetica contribuisce anche il meccanismo che, a partire dal tetto-giardino, convoglia parte del flusso meteorico verso falde sotterranee, generando aria fresca.

L'autonomia a cui allude il titolo del piano sviluppato per indagare "il futuro sostenibile di New York" (zumtobel-group-award.com) viene intesa rispetto alla capacità di produrre energia, procurare alimenti e smaltire rifiuti, senza determinare  ulteriori squilibri: "si tratta di un piano teorico basato sulla premessa che la crescita  rapida, l'innalzamento del livello dei mari, l'effetto del riscaldamento urbano sulle isole e un enorame cambiamento climatico altereranno la città in modo sostanziale..." (zumtobel-group-award.com).

L'edizione 2010 dello Zumtobel Award, istituito nel 2007 dall'omonimo gruppo austriaco "per promuovere  soluzioni sostenibili e umanitarie nell'ambiente costruito" (archlighting.com), si concluderà ufficialmente con la cerimonia di consegna prevista per il 9 settembre.

Zumtobel Group Award 2010 for Sustainability and Humanity in the Built Environment

Categoria "Ambiente costruito"

Vincitore

Harmonia // 57, Triptyque: immagini (da bustler.net) | altra galleria di immagini  (da trendhunter.com)

Menzioni d'Onore (da zumtobel-group-award.com)

Centre pour le Bien-être des Femmes
(CBF), Burkina Faso, AIDOS (Associazione italiana donne per lo sviluppo - organizzazione non governativa italiana che combatte per i diritti delle donne nei Paesi in via di sviluppo)

Elm Park, Bucholz McEvoy Architects, Dublino

California Academy of Sciences, San Francisco, Renzo Piano Building Workshop

The High Line Elevated Railway, Field Operations, New York

Categoria "Ricerca & Impresa"

Vincitore
Self-Sufficient City, Terrefuge/Terreform 1: immagini (da bustler.net)

Menzioni d'Onore (da zumtobel-group-award.com)

Prototipo di edificio-giardino, Cali (Colombia), studio Husos

Zeekracht (progetto di fattoria eolica), Paesi Bassi, OMA

"Political Equator II", simposio mobile tra San Diego (USA) e Tijuana (Mexico), studio Teddy Cruz

Progetto didattico per gli studenti della Facoltà di Architettura dell'Università di Talca (Cile)

pubblicato in data: