Marco de Santi vince il Lucky Strike Designer Award 2009

Il 15 marzo l'Auditorium Parco della Musica di Roma ha ospitato la V edizione del Lucky Strike T. Designer Award. Il concorso ha visto in gara le tesi discusse tra il 1 ottobre 2008 e il 1 ottobre 2009, che sono state giudicate da una commissione di esperti: Milena Mussi, partner e general manager di Iosa Ghini Associati, Michael Erlhoff, preside della facoltà di Ricerca del Design presso l'Università delle Scienze Applicate di Colonia, Franco Bosisio, art director e product designer, Antonio Romano, fondatore del network Inarea e docente di Brand Design alla Università La Sapienza di Roma, Mauro Guzzini, amministratore delegato di Teuco, Silvia Evangelisti, docente di Storia e Metodologia della Critica d'Arte presso l'Accademia delle Belle Arti di Bologna, e Valentina Frare, vincitrice dell'edizione 2008 con il progetto "Sette X Quattro".

Dopo aver esaminato quasi 200 tesi, i giurati hanno assegnato la vittoria e il primo premio di 30mila euro a Marco de Santi, laureato in "Disegno Industriale" del Politecnico di Milano, per il progetto "TITUS - PROGETTAZIONE DI UN MEZZO DI SOCCORSO MARINO PER L'AMBIENTE COSTIERO".

TITUS è un nuovo mezzo per il soccorso marino dalla spiaggia, che offre sicurezza, rapidità negli spostamenti e confort ai bagnanti in difficoltà recuperati in mare. Manovrabile con due joystick, il natante monta un propulsore elettrico a idrogetto, che consente di raggiungere alte velocità, svolgendo rapidamente le operazioni di salvataggio. La sistemazione del paziente a cui si presta soccorso è innovativa e confortevole grazie ad alcune sagome anatomiche, ricavate nella parte superiore dello scafo, e alle cinghie che permettono di bloccarlo, mantenendo un corretto allineamento della colonna vertebrale.

La Giuria ha inoltre assegnato 10 menzioni d'onore ai progetti più interessanti in termini di qualità del design, contenuti innovativi, valore d'uso e funzionalità, potenzialità future, benefici sociali e compatibilità ambientale, significato economico e industriale, capacità di emergere nel complesso panorama del design.

Nel ramo dedicato al "Fashion Design", due menzioni sono state conferite a "PROCYCLES" e "AFFASCINU", tesi che portano rispettivamente le firme di Mattia Bernardi (Politecnico Milano) e Alejandra Daeza (Università di Bolzano).

Nel settore "Interior" è stato segnalato "IL TEMPORARY STORE COME SPAZIO DI RELAZIONE" di Martina Simoncini (Università "Federico II" Napoli)

Nel "Light Design", si sono distinti Elisa Bassani, autrice di "BRILLO. LA BREZZA ILLUMINA LA NOTTE" (Politecnico Milano), e Francesco Sartor, ideatore di "BAMBOO, MODULO FOTOVOLATICO PER L'ILLUMINAZIONE D'ESTERNI" (IUAV Venezia)

Il ramo Product Design ha visto l'assegnazione di quattro menzioni d'onore: "SIDEBIKE" di Claudio Proietto (Politecnico Milano), "ENERGICA, PRODUZIONE DI ENERGIA ATTRAVERSO IL MOVIMENTO DEL CORPO" di Silvia Gasparotto (IUAV Sanmarino), "COLORSOUND: IL RICONOSCITORE DI COLORI SONORO" di Carlotta Bandiera (Nuova Accademia Belle Arti Milano)

"OTTO. PROGETTAZIONE DI UN CONTROLLER PER MUSICA ELETTRONICA" di Luca De Rosso (IUAV Venezia), unica menzione legata al mondo dei new media.

"ELETTRODOMESTICI: UN SISTEMA INTEGRATO. CAMBIARE LE REGOLE", è stato il solo progetto con menzione d'onore nel ramo "Research". Questo studio è stato eseguito da un gruppo di studenti del Politecnico di Torino: Adriana Uccelli, Alessandra Tarantino, Veronica Mancuso, Veronica Berardi, Cinzia Lazzaro, Valeria Montrucchio.

Quest'anno, il Lucky Strike T. Designer Award ha toccato 45 città, coinvolgendo oltre 200 studenti di 40 istituti e atenei.

info: www.raymondloewyfoundation.it/lucky-strike-designer-award-2009.htm

pubblicato in data: