Efficienza socio-economica

Uno strumento offerto a tutte le figure che prendono parte a iniziative di trasformazione dei territori e dei nuclei urbani, con il contributo degli abitanti e dei consulenti nelle tematiche di maggiore interesse locale: al di là delle assonanze con la Leadership in Energy and Environmental Design (LEED), lo standard SEED, presentato il 27 marzo a Washington (greenarchitext.com), nel corso della conferenza "Structures for Inclusion", punta a "chiarire quali carattestiche debbano avere i progetti per rispondere meglio alle esigenze delle comunità, con ricadute positive quantificabili" (gsd.harvard.edu).

Elaborato a partire dal 2005 da una rete allargata di architetti, organizzazioni non profit, creativi ed esperti della progettazione partecipata - che dal 1 gennaio di quest'anno (gsd.harvard.edu) sono raccolti intorno al portale seednetwork.org, il sistema connesso al SEED  propone una griglia di criteri rispetto ai quali analizzare le iniziative sottoposte a valutazione.

Per risultare coerenti con lo standard e "accrescere il diritto di ogni persona a vivere in una comunità più sana sotto il profilo sociale, economico e ambientale" (designcorps.org), i progetti dovranno  applicare i principi che delineano la "missione" del Social Economic Environmental Design: sostenere chi ha meno possibilità di far sentire la propria voce nella vita pubblica; costruire strutture per l'inclusione che coinvolgano investitori e consentano alle comunità di prendere parte ai processi decisionali; promuovere l'uguaglianza sociale attraverso un dialogo che rifletta la varietà di valori e le identità sociali; produrre idee che scaturiscano dal luogo e costruiscano capacità locali; sviluppare progetti che contribuiscano alla conservazione delle risorse e alla riduzione al minimo degli sprechi (seed-network.org).

Il controllo può essere effettuato in progress, attraverso il SEED Evaluator, un software "che consente alle comunità di definire obiettivi progettuali e poi misurarne il grado di realizzazione attraverso una verifica di terze parti" (seed-network.org). Il riconocimento finale è la Certificazione SEED.    

The SEED Network

SEED Evaluator (materiale informativo da seed-network.org; il software può essere scaricato una volta effettuata la registrazione)

pubblicato in data: