A caccia di architetti

Quasi due milioni di dollari (finance.yahoo.com) da investire nella semplificazione del percorso che gli architetti stranieri devono intraprendere per vedere accreditati i propri titoli e le esperienze lavorative da parte dello Stato canadese: con il finanziamento del Foreign Credential Recognition Program, il governo del Canada favorirà l'accesso dei "migliori talenti internazionali... per rafforzare l'economia e migliorare lo standard di vita di tutti" i cittadini (actionplan.gc.ca).

L'iniziativa ricade nell'ambito del più ampio Economic Action Plan, un piano d'azione da 50 milioni di dollari, mirato al rilancio economico, che, tra i vari strumenti, contempla l'innesto di personale qualificato da tutto il mondo. La figura dell'architetto rientra in un primo gruppo di otto profili (credentials.gc.ca) - che diventeranno quattordici entro la fine del 2012 (newsblaze.com) - riferiti a settori che sono considerati strategici per la crescita del Paese.

La verifica delle qualifiche avverrà con il contributo di Architecture Canada (ex Royal Architectural Institute of Canada), che predisporrà "un imparziale, efficiente e puntuale sistema... per valutare e abilitare architetti con formazione ed esperienza di lavoro internazionale" e "...lavorerà anche con la Athabasca University per sviluppare programmi-ponte per l'impiego e corsi di  lingua, finalizzati a migliorare l'integrazione dei nuovi venuti" (finance.yahoo.com).

Agli aspiranti immigrati verranno indicate anche collocazioni professionali alternative, in base alle competenze effettivamente riscontrate.

Per saperne di più, consultare il sito web del Foreign Credentials Referral Office (credentials.gc.ca), e, in particolare, la sezione dedicata agli architetti:

www.credentials.gc.ca/immigrants/factsheets/architect.asp

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: