Architetti e ripresa

Da una ricerca che fotografa le aspettative dei progettisti in sei Paesi dell'Unione Europea, emergono i margini di crescita del settore edilizio in relazione alle singole economie.

notizie di architettura

Verificare le tendenze del mercato delle costruzioni a partire dai pronostici dei professionisti sulle opportunità di cui potranno beneficiare nei successivi dodici mesi: lo European Architectural Barometer, elaborato con cadenza trimestrale sulla base di sondaggi rivolti a realtà "con più di tre impiegati a tempo pieno" (arch-vision.eu), fornisce dati sull'architettura e sui comparti a essa connessi (edilizia, materiali, mercato immobiliare).

Il documento viene pubblicato da Arch-Vision, una società con sede a Rotterdam consociata di importanti compagnie che operano nelle ricerche di mercato. Il punto di partenza sono 1200 interviste telefoniche ad altrettanti studi, equamente ripartiti nei sei Paesi oggetto dell'analisi: Regno Unito, Germania, Francia, Spagna, Italia e Paesi Bassi (researchandmarkets.com).

L'indagine si concentra sugli aspetti più legati all'economia e allo sviluppo commerciale, ma sottopone  anche argomenti di più ampio respiro, come l'efficienza energetica, l'influenza di Internet o la sostenibilità. In ognuno dei quattro aggiornamenti annuali "viene dato risalto a un tema specifico. Questo perché gli architetti, oltre a rappresentare un buon indicatore per i futuri volumi edilizi, hanno anche una grande influenza sul modo in cui i progetti vengono concretizzati..." (arch-vision.eu).

Il rapporto relativo al secondo trimestre del 2010 evidenzia il maggiore ottimismo dei professionisti tedeschi, che in netta percentuale (53%) "prevedono di aumentare il numero di progetti nel segmento non residenziale" (arch-vision.eu) e mantengono una visione positiva anche rispetto alle commesse per la realizzazione di residenze (32%).

Per approfondimenti (da arch-vision.eu)

pubblicato in data: