Zumthor verso la Serpentine

Secondo anticipazioni provenienti dal Regno Unito, per il 2011 sarà l'architetto svizzero a progettare il padiglione temporaneo che ogni anno la galleria d'arte londinese realizza ad Hyde Park.

notizie di architettura

Con un certo anticipo rispetto al canonico comunicato ufficiale da parte della Serpentine Gallery, e mentre - come evidenzia londonist.com - la struttura di quest'anno, affidata a Jean Nouvel, "non è stata ancora smantellata", si è diffusa la notizia che l'incarico di immaginare il Padiglione 2011 verrà conferito a Peter Zumthor: The Architects'Journal (architectsjournal.co.uk) dà per certa la scelta dell'autore delle Terme di Vals, vincitore del Pritzker Prize nel 2009.

Nell'ultimo decennio la Serpentine, che dedica i propri spazi a esposizioni di arte moderna e contemporanea (serpentinegallery.org), ha chiesto ai più celebri architetti internazionali di ideare una costruzione da istallare nel verde di Hyde park per un periodo limitato di tempo, che si è progressivamente esteso fino a comprendere i mesi da luglio a ottobre. I vari padiglioni, firmati da grandi nomi (tra cui Oscar Niemeyer, Rem Koolhaas, Daniel Libeskind e Zaha Hadid) sono stati destinati a sede di mostre, conferenze e altri eventi aperti al pubblico.

Per individuare i progettisti, i responsabili della galleria hanno sempre preso in considerazione soltanto professionisti che, al momento della richiesta di elaborare lo schema per l'edificio temporaneo, non avessero ancora realizzato un'opera nel Regno Unito (architectsjournal.co.uk): anche nel caso di Peter Zumthor rimarrebbe valida questa regola, in quanto il "Secular Retreat", prima opera britannica del maestro nato a Basilea nel 1943 (swissinfo.ch), verrà completata nella contea del Devon  durante il prossimo anno (living-architecture.co.uk).

Serpentine Gallery Pavilion, 2000 - 2010 (da serpentinegallery.org)

The Secular Retreat, Peter Zumthor (da living-architecture.co.uk)

pubblicato in data: