Nuovo inizio a Riga

Avviati sulle rive del fiume Daugava i lavori per la biblioteca di Stato della Lettonia, a più di vent'anni dall'attribuzione dell'incarico di progetto all'architetto Gunnar Birkerts, oggi ottantacinquenne.

notizie di architettura

Una "altura di vetro" (archrecord.construction.com), ovvero una imponente struttura delineata da superfici asimmetriche e da inserti trasparenti con profili in acciaio,   predisposta a contenere i tredici piani - e i sei milioni di volumi (archrecord.construction.com) - della Biblioteca Nazionale Lettone: è ripartita, nella capitale Riga, la realizzazione del progetto commissionato a Gunnar Birkerts nel 1988 (citypaper.ee) e definito nel 1991, all'interno di un insediamento che includerà diverse attrezzature pubbliche, tra cui una sala concerti. I terreni prescelti, lungo il corso del fiume Daugava, rappresentano l'impegno a "tenere i costruttori fuori dalla Città Vecchia... con l'aiuto dell'UNESCO, che ha dichiarato area protetta la vecchia Riga" (archrecord.construction.com).

Soprannominato "castello di luce" (gaismaspils.lv), l'edificio prefigurato da Birkerts incorpora riferimenti alla storia popolare della Lettonia, e in particolare al racconto di tre uomini  "che scalano a cavallo una montagna per liberare una principessa imprigionata" (archrecord.construction.com): la metafora allude alla lotta condotta dal Paese baltico per la conquista dell'indipendenza e, ispirando la silhoutte dell'opera, le attribuisce un carattere monumentale.

L'esigenza di una collocazione adeguata per la Biblioteca Nazionale Lettone, istituita nel 1919 (gaismaspils.lv) e trasferita più volte nel tempo presso destinazioni provvisorie (ex residenza del vice-governatore, Castello di Riga), veniva espressa già nel 1940: "La Biblioteca di Stato a Riga richiede una nuova sede. Stipati di libri, i muri stanno crollando... La situazione non è più tollerabile" (citypaper.ee). Nel 1968 si decise l'attuale sistemazione, con le sale per la lettura distribuite in più edifici. 

Il cantiere della nuova biblioteca, fin qui ostacolato dalla mancanza di fondi e paradossalmente iniziato proprio in un periodo di grave crisi economica (archrecord.construction.com), dovrebbe concludersi nel 2012.

Sito ufficiale del progetto "Gaismas Pils/Castle of light" (immagini e webcam)

pubblicato in data: