TDA: Tradizione, Devozione, Ambizione

risultati concorso

Proclamati i vincitori dell'edizione 2010 del concorso per il restauro dell'architettura TDA. I progetti vincitori, oltre ad aver favorito la conservazione di un Bene, si sono distinti per la rispondenza ai requisiti di valenza sociale e fruibilità del sito recuperato.

notizie di architettura

Proclamati i vincitori dell'edizione 2010 di TDA: Concorso per il Restauro dell'Architettura ideato dall'UNPLI. Giunto alla 2° edizione nazionale e a tutt'oggi unico nel suo genere in Italia, TDA ha premiato i migliori interventi di restauro che rispondessero a requisiti di valenza sociale, fruibilità del sito recuperato, dando valore al risultato finale: la conservazione del patrimonio, inteso come restituzione di un bene alla comunità.

I vincitori delle 4 categorie di concorso:

DIMORE STORICHE: Cascina Medici del Vascello a Venaria Reale (TO)
presentata dall'Arch. Andrea Mascardi;

La Cascina -  ubicata nel Parco del Complesso dei Giardini della Venaria Reale - è stata oggetto di rifunzionalizzazione. Il progetto ha saputo recuperare l'originale impianto architettonico, snaturato da interventi edilizi impropri oltre che da decenni di totale abbandono, riuscendo a ricomporre in modo unitario, tramite operazioni di restauro e di conservazione, le valenze storiche del sito, valorizzandolo e qualificandolo con le nuove funzioni.

EDIFICI DI CULTO: Chiesa Paleocristiana di San Zeno in Costabissara (VI)
presentata dal Sindaco Giovanni Maria Forte;

Antica cappella proto cristiana, fortemente rimaneggiata, è stata oggetto di restauro conservativo basato sul riconoscimento dell'autenticità materica tramite lettura stratigrafica del manufatto. Il metodo di studio archeologico ha permesso un consapevole ed appropriato intervento.

AREE PER LA CULTURA: Museo di Geologia e Paleontologia - Palazzo Cavalli (PD)
presentato dall'Arch. Giovanna Mar.

Edificato da Foscari tra la fine del ‘400 e l'inizio del ‘500, presentava problemi di fruibilità per i visitatori, nonché di conservazione dei reperti per non adeguate condizioni termoigrometriche. Il progetto ha risolto le problematiche tramite un sistema espositivo unitario ed organico aperto e fruibile al vasto pubblico, intervenendo con sistemi impiantistici integrati nell'architettura, nel massimo rispetto delle strutture storiche esistenti e nella piena reversibilità del loro inserimento, dando massima importanza e risalto al "reperto" esposto.

AREE PUBBLICHE | ex aequo: Giardino di Villa Farsetti a Santa Maria di Sala (Ve)
presentato dall'Ing. Loris Vedovato

L'intervento riguarda l'area antistante la Villa realizzata nella seconda metà dell'Ottocento, della sua area originariamente sistemata a giardino era scomparsa ogni traccia da diversi decenni. Il progetto si è posto l'obiettivo di riproporre per quanto possibile il disegno originario, basandolo sull'utilizzo sia della documentazione iconografica e descrittiva, che delle testimonianze e della memoria di coloro che hanno potuto vedere il giardino prima della sua distruzione. Importanti anche le indagini tecniche, quali: foto interpretazione per l'individuazione di tracce sepolte e indagine archeologica mediante georadar. 

Parco Teresio Olivelli di Tremezzo (CO)
presentato dall'Arch. Davide Corti.

Situato sulla sponda ovest del lago di Como, è stato recupertao riportandoin luce l'antico splendore del progetto originario: una delle prime opere dell'architetto Pietro Lingeri, che si occupo della sistemazione del parco intorno al 1920. Il volere dell'amministrazione locale è stato quello di valorizzare un gioiello botanico e architettonico della Tremezzina al fine di restituirlo alla comunità agibile ed attrezzato di tutti i servizi necessari. Si è quindi lavorato per l'inserimento di spazi culturali per mostre e manifestazioni e di un bar come punto di ristoro, nel rispetto dell'essenza architettonica intrinseca del parco.

Le menzioni speciali:

EDIFICI DI CULTO:
Chiesa Del Cristo Redentore e S. Ludovico D'Angiò di Napoli
presentata da Nicola Flora - FGP Studio;

AREE PER LA CULTURA:
Biblioteca Civica "Elsa Morante" di Lonate Ceppino (Varese)
presentata dall'Arch. Pierpaolo Danelli;

Teatro Amantea Paolella di Rossano (Cosenza)
presentato dall'Arch. Emilio Barrese.

A premiare e vincitori il Direttore Generale di San Marco - Terreal Italia - azienda leader tra i produttori di elementi in laterizio per l'architettura - Fernando Cuogo.

Le opere sono state selezionate da una Commissione composta da: Ugo Soragni Direttore Regionale per i beni culturali e paesaggistici del Veneto e Presidente della Commissione Giudicatrice | Davide Desiderio di San Marco - Terreal Italia | Nicola Ometto per l'Associazione Nazionale Costruttori Edili | Angelo Tabaro Segretario per la Cultura della Regione Veneto | Giorgio Galeazzo per la Federazione degli Ordini degli Architetti del Veneto | Fernando Tomasello Responsabile Dipartimento Cultura e Territorio dell'UNPLI.

web. www.concorso tda.it

pubblicato in data: