Gehry dentro Gehry

Ha aperto ufficialmente martedì 25 gennaio (blogs.miaminewtimes.com), il New World Center, realizzato per ospitare le attività didattiche e gli spettacoli organizzati dalla New World Symphony - accademia orchestrale fondata nel 1987, che forma  giovani talenti musicali provenienti da tutto il mondo (nws.edu). Il complesso, progettato da Frank Gehry, riunisce in un'unica struttura i settori destinati agli allievi, i luoghi delle esibizioni e le aree poste a contatto con il contesto urbano.

Gli oltre ottanta aspiranti orchestrali avranno a disposizione ventiquattro sale prova individuali, altre sale per esibizioni collettive e aule didattiche (nws.edu).
"Il pubblico... percepirà essenzialmente l'edificio come due ampi spazi messi in collegamento" al pianoterra da bassi corridoi vetrati (articles.latimes.com): l'atrio, in parte sormontato da una tettoia di titanio blu, e la sala concerti, caratterizzata da un'impostazione flessibile del numero di posti a sedere.

In realtà, nello schema si distingue anche il SunTrust Pavilion, che funge da spazio polifunzionale per lezioni, convegni e proiezioni: il padiglione si affaccia verso l'esterno con la parete est, che, essendo trasparente, "consente quindi a chi passa di vedere le attività che si svolgono all'interno,  invogliandolo a entrare..." (nws.edu).

Il New World Center condivide il lotto, situato a Miami Beach, con Soundscape, un parco pubblico - ideato dallo studio olandese West 8 - dal quale è possibile assistere gratuitamente a concerti, film e altri spettacoli, grazie allo schermo di 650 metri quadrati inserito nella facciata dell'edificio (nws.edu).  

Nella sede della New World Symphony, Frank Gehry sembra accantonare il linguaggio esuberante delle sue opere più celebri. "Da lontano il centro musicale ricorda il tipo di anomino edificio dipinto di bianco che si vede in giro per Miami, ingrandito alla scala urbana. Il suo esterno a forma di scatola di scarpe riporta alla mente i primi progetti di Gehry..." (nytimes.com).

"Si tratta essenzialmente di una scuola per giovani musicisti - [un àmbito] 'semi-privato'", ha dichiarato il maestro (blogs.miaminewtimes.com) a proposito delle scelte attuate per il New World Center, "Avremmo potuto creare qualcosa di più... plastico, ma ho riservato quella impostazione per Bilbao e la Disney Hall, che hanno una dimensione pubblica ed esprimono un'identità che appartiene alla comunità".

Galleria di immagini (da nytimes.com)

pubblicato in data: