Il nuovo polo fieristico di Vicenza

L'architetto Flavio Albanese in un'intervista sul web racconta il progetto della nuova Fiera di Vicenza: un progetto organico alla città, generatore di nuova centralità, ma anche un oggetto nato con l'intento di sorprendere.

La nuova Fiera di Vicenza nel racconto dell'Architetto Flavio Albanese: un progetto organico alla città, uno spazio che pur non sorgendo in un luogo centrale - diventando spazio di attrazione - crea una nuova forte centralità ed al contempo un oggetto che vuole accogliere e sorprendere.

Così, l'architetto responsabile del progetto della nuova infrastruttura - di ampliamento e rivisitazione dell'esistente Fiera - illustra i punti salienti della nuova idea architettonica, in un'intervista sul web. (www.fdvproject.it).

Il nuovo complesso della Fiera

La realizzazione avverrà per step: entro il 2013 prenderanno forma il grande padiglione ed il parcheggio multipiano adiacente al centro congressi, e successivamente si svilupperà un intervento importante anche intorno all'ingresso principale della Fiera, che vedrà nascere una vera e propria piazza dell'architettura.

Il nuovo padiglione

E' questo l'elemento più "sorprendente" del progetto: uno spazio dedicato all'accoglienza del visitatore e deputato all'incontro, alla ricezione delle informazioni e ai servizi. Un punto di relazione con i padiglioni già esistenti, che sorprenderà per la sua conformazione spaziale, ospitando al suo interno delle serre e una "foresta" di pilastri la cui forma è ispirata ai rami d'albero.

La "piazza dell'architettura"

Il progetto è dello Studio Albanese di Vicenza, dello Studio Altieri e dello Studio One Works.

L'intervista all'architetto Flavio Albanese:
www.fdvproject.it/videointerviste                                                               

pubblicato in data: