L'evoluzione di West Kowloon

Un intervento da quasi tre miliardi di dollari (news.yahoo.com) per plasmare il tratto occidentale della penisola di Kowloon (Hong Kong)  in base alle esigenze del nuovo quartiere destinato ad accogliere un mix di arte, natura e attività commerciali (independent.co.uk): il concorso internazionale per il "West Kowloon Cultural District" si è concluso con la scelta del piano sviluppato dallo studio di Norman Foster, selezionato da una terna di finalisti che comprendeva anche Rem Koolhaas e Rocco Yim (news.yahoo.com).

Il progetto, intitolato "City Park" (designboom.com), ruota intorno all'idea di mettere in comunicazione il paesaggio dell'entroterra di Hong Kong con lo spazio urbanizzato, e colloca le attrezzature in modo da metterne in risalto la relazione con i settori occupati dal verde pubblico. "Un lussureggiante parco affacciato sull'acqua... con più di 5000 alberi e un'ombreggiato viale pedonale lungo 2.2 chilometri" (news.yahoo.com) assorbirà circa la metà della superficie di 40 ettari, racchiusa nella striscia di costa interessata dalla riqualificazione, mentre la parte rimanente del sito includerà le strutture del centro culturale, ripartite tra teatro dell'opera, arena da 15000 posti, museo e scuola d'arte (guardian.co.uk).

La sistemazione proposta da Foster, che prevede anche l'inserimento di negozi e ristoranti, "è apparsa flessibile" (news.yahoo.com) e quindi più adatta a una fase di realizzazione la cui durata potrebbe protrarsi almeno per un quindicennio: "i primi edifici dovrebbero sorgere al posto delle vecchie banchine nel 2015, mentre gli ultimi non saranno completati fino al 2031" (guardian.co.uk).

Immagini (da designboom.com)

Per saperne di più sul West Kowloon Cultural District (da en.wikipedia.org)

pubblicato in data: