Move Hotel

Sobria eleganza, materiali naturali e spazi accoglienti per il nuovo Move Hotel a Mogliano Veneto firmato da DHK con lo Studio Marco Piva.

Immersa nelle tranquille campagne del trevigiano, attorniata da affascinanti ville venete, la struttura - con la sua forma ad arco su due livelli - si adatta al contesto, riducendo al minimo l'impatto sul paesaggio e sulle architetture esistenti. In armonia con il contesto ambientale anche la scelta dei materiali di rivestimento delle facciate, quali: l'archite, pietra grigia venata ed il legno. Allo stesso modo la progettazione del landscape utilizza piante ed essenze autoctone.

L'interior design è dell'architetto Marco Piva, ad eccezione del ristorante e del bar, firmati dallo Studio Bam Design. L'idea centrale del progetto è incardinata sulla continuità formale tra struttura e contesto: sono impiegati colori tenui e materiali naturali, in armonia con gli spazi verdi circostanti. Il risultato: un ambiente piacevole, accogliente ed elegante.

Nelle 203 camere, spazi intimi e accoglienti, caratterizzati dalle forme sobrie ed eleganti degli arredi fissi, prodotti su disegno da Battaglia Contract e dall'utilizzo di prodotti di design italiano, come le lampade da tavolo in vetro soffiato Ayers di Leucos e i lavabi Reverso di Novello, entrambi progettate da Marco Piva.

Nella hall dell'albergo è la luce la protagonista: nell'imponente ingresso, lampade tubolari sospese nel vuoto e la luce naturale che filtra abbondante dalle ampie vetrate, caratterizzano gli spazi, unitamente alla reception interamente rivestita in pietra chiara della Lessinia ed in raffinato contrasto con i toni scuri dell'archite che riveste i pavimenti e le pareti dell'ambiente.

Nella struttura trovano posto anche: un ampio centro congressi; il foyer, che accoglie il cliente in un ambiente professionale e confortevole; la sala plenaria e le 5 salette meeting, dotate di spazi flessibili che variano la loro capacità e  forma attraverso l'utilizzo di pareti scorrevoli; ed infine il centro benessere ed il solarium della piscina dove il contrasto tra il teak del pavimento e il cemento lasciato a vista dei muri perimetrali, che isolano e proteggono l'ambiente, costituisce un dettaglio caratterizzante.

Credits

Progetto architettonico: dhk architects
Progetto Interior: Studio Marco Piva
Progetto Interior: Ristorante e Bar: Studio Bam Design

web www.studiomarcopiva.com

pubblicato in data: