La Serpentine raddoppia

Uno spazio di circa 900 metri quadrati (guardian.co.uk), generato dall'innesto di una leggera tensostruttura sull'edificio dei primi dell'Ottocento, "utilizzato in origine come deposito di polvere da sparo per l'esercito" (serpentinegallery.org), che dal 2009 (inhabitat.com) è gestito dalla Serpentine Gallery di Londra: lo schema elaborato da Zaha Hadid per il nuovo complesso espositivo, da considerare una vera e propria espansione della celebre istituzione di Kensington Gardens, affianca al restauro della struttura monumentale - ispirata alle ville palladiane (serpentinegallery.org) e denominata "il Magazzino" - la creazione del padiglione esterno, coperto da una tettoia ondulata in "membrana tessile", che "per tutto l'anno funzionerà come caffetteria e luogo di aggregazione" (inhabitat.com).

La Serpentine Sackler Gallery, intitolata ai filantropi Mortimer e Theresa Sackler, che ne hanno reso possibile la realizzazione con un lascito che rappresenta "la più ampia singola donazione ricevuta dalla Serpentine Gallery nei suoi 40 anni di storia" (serpentinegallery.org), includerà un'area giochi esterna ispirata all'arte (guardian.co.uk). Inoltre, ogni anno verrà commissionata una grande istallazione luminosa da collocare nelle sale interne (serpentinegallery.org).    

Venerdì scorso, 17 giugno 2011 (inhabitat.com), il progetto per la galleria ha ricevuto l'approvazione del Westminster City Council - "autorità locale che serve il cuore di Londra", in cui ricadono "le più importanti aree della capitale occupate da istituzioni, attività commerciali, divertimento  e turismo..." (westminster.gov.uk).

I lavori per la Serpentine Sackler Gallery, che promuoverà le opere di talenti ancora sconosciuti (guardian.co.uk), dovrebbero concludersi nel 2012, prima dell'inizio dei Giochi Olimpici (leisuremanagement.co.uk). 

Immagini (inhabitat.com): 1 | 2 | 3

pubblicato in data: