La Georgia decolla con UNStudio

Un atrio contenitore di  mostre d'arte contemporanea, un giardino esterno, una torre di controllo alta 55 metri, avvolta da un rivestimento in grado di cambiare colore seguendo i mutamenti del traffico aereo: il progetto per il terminal di Kutaisi - città che dal prossimo anno diventerà sede del parlamento georgiano (dezeen.com) - prefigura un complesso organizzato in modo da associare funzionalità, sensibilità architettonica e impatto visivo.

Lo schema, firmato dagli olandesi di UnStudio, "si focalizza... sull'esperienza del viaggiatore, creando un aeroporto accogliente, sicuro, trasparente e accessibile" (unstudio.com). All'interno della struttura, che si estenderà su una superficie di 4000 metri quadrati (worldinteriordesignnetwork.com), i flussi dei passeggeri in arrivo e in partenza coesisteranno senza sovrapporsi.

Nell'edificio del terminale, il cui "aspetto... richiama un padiglione sviluppato intorno a un'area scoperta centrale" (worldinteriordesignnetwork.com), troveranno posto le attrezzature per l'accoglienza e l'attesa, tre cancelli d'imbarco,  spazi per la dogana e la polizia, negozi e sale per conferenze stampa.

Gli elaborati del team di Ben van Berkel, presentati in forma ufficiale il 22 novembre (unstudio.com), hanno messo in evidenza anche la sostenibilità dei sistemi di riscaldamento e aerazione, basati rispettivamente su attivazione del nucleo di calcestruzzo e ventilazione ibrida (worldinteriordesignnetwork.com). "Per un'ulteriore riduzione del consumo di energia è prevista la possibilità di implementare ampie aree di cellule fotovoltaiche sulla superficie di copertura" (dezeen.com).

I lavori per l'aeroporto di Kutaisi dovrebbero iniziare il mese prossimo e concludersi a settembre 2012 (inhabitat.com).

Immagini (da inhabitat.com): 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11

pubblicato in data: