Prevenzione incendi, conservare l'iscrizione negli elenchi ministeriali

Per continuare ad esser iscritti negli elenchi del Ministero degli Interni come professionisti abilitati ad emettere certificazioni in materia di prevenzione incendi (ex  legge 818/84) è necessario seguire corsi e seminari di aggiornamento, per almeno 40 ore, da accumulare nell'arco di 5 anni

L'obbligo è scattato con il DM dell'agosto scorso che stabiliva le nuove regole per abilitarsi. Ora, però, il Ministero - con nota 7213/2012 - ha precisato quali argomenti bisogna approfondire, specificando anche la tipologia dei corsi e dei seminari per l'aggiornamento.

I seminari - precisano dal Ministero - devono essere monotematici, di durata non inferiore a 3 ore e non superiore a 6. Questi potranno coprire al massimo il 30% delle 40 ore complessive di formazione.

I corsi possono affrontare invece più argomenti, ed esser quindi costituiti da più moduli, ciascuno di durata massima pari a 4 ore. Ciascun corso può essere composto da un numero di moduli che varia dai 2 ai 4 e deve necessariamente concludersi con il superamento di un test finale.

Il Ministero ha anche stabilito quali sono gli argomenti da approfondire, tenendo conto che i professionisti devono diversificare il più possibile la scelta evitando la ripetizione delle stesse tematiche. Impresa ardua se i corsi continuano ad essere così rari come lo sono adesso e considerando che il Ministero ha  per essi fissato un numero massimo di partecipanti pari a 40 unità.

Sia per i corsi che per i seminari non sono ammesse assenze, neanche parziali.
 

Gli argomenti fissati dal Ministero per corsi e seminari:

  • tecnologia dei materiali e delle strutture di protezione passiva;
  • tecnologia dei sistemi e degli impianti di protezione attiva;
  • verifiche e manutenzione di prodotti, elementi costruttivi ed impianti rilevanti ai fini della sicurezza antincendio;
  •  procedimenti di prevenzione incendi;
  • approccio ingegneristico e sistemi di gestione della sicurezza;
  • regole tecniche di prevenzione incendi;
  • argomenti di prevenzione incendi su specifiche esigenze o contingenze locali, da valutarsi di concerto con le strutture territoriali del CNVVF.

di Mariagrazia Barletta architetto

Per approfondire:

Nota DCPREV 7213/2012, Corsi base di specializzazione in prevenzione incendi e corsi e seminari di aggiornamento in materia di prevenzione incendi in attuazione degli articoli 4 e 7 del D.M. 5 agosto 2011.

Prevenzione incendi: nuovi requisiti per abilitarsi.

D.M. 5 agosto 2011 recante "Procedure e requisiti per l'autorizzazione e l'iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell'Interno di cui all'articolo 16 del decreto legislativo 8 marzo 2006 n.139".

pubblicato in data: