La Cina di Botta

rassegna web

fonte: Giornale del Popolo 27/03/2003

Dopo Trento (il MART), Mario Botta conquista Qinghua, campus universitario a nord di Pechino. Anche questa volta l'architetto ticinese realizzerà un museo d'arte.

L'edificio, un vasto rettangolo simmetrico di 25mila mq, si candida sin d'ora come una delle principali attrazioni cultural-turistiche dell'area intorno alla capitale. Il pianoterra della costruzione accoglierà un museo d'arte tradizionale cinese, mentre il piano superiore, illuminato da una luce zenitale, ospiterà una galleria d'arte contemporanea e le manifestazioni temporanee.

Provvederanno a richiamare gli stilemi dell'architettura cinese le colonne portanti esterne e una porta monumentale rivolta verso la città. Costo dell'operazione: dai 25 ai 30 milioni di dollari, metà di quanto costerebbe in Europa.

pubblicato in data: