Lungomare di Roma

rassegna web

Il Messaggero 30/03/2003

Un nuovo lungomare degno della Capitale, con più accessibilità al panorama, maggior valore per l'ambiente e sostituzione delle auto con mezzi pubblici. Sono alcune delle "strategie" individuate dal nutrito gruppo di studio che aderisce al Contratto di Quartiere avviato dalla Regione Lazio e dal Municipio XIII per il restyling della strada costiera.

Quasi 150 cittadini, rappresentanti di altrettante associazioni e comitati di quartiere, si sono riuniti per sei mesi sotto il coordinamento tecnico della Facoltà di Architettura Valle Giulia de “La Sapienza". E alla fine è stato elaborato un documento di indirizzo urbanistico, atto che conclude la seconda fase del Contratto.

Tra le dieci proposte maggiormente sostenute:

  • la visibilità del mare,
  • la valorizzazione delle architetture esistenti,
  • il prolungamento della ferrovia sino alla spiaggia libera di Castelporziano,
  • il miglioramento di quelle esistenti
  • la realizzazione di nuove aree verdi con una rete di percorsi pedonali ombreggiati e di piste ciclabili.

Queste e altre proposte verranno inserite in un programma definitivo che servirà da traccia per la stesura del regolamento di un bando internazionale da emanarsi entro luglio prossimo. Al concorso saranno chiamati a partecipare architetti e ingegneri da tutta Europa: per il vincitore la dotazione è di circa 500 mila euro.

Lo studio prende in considerazione il territorio fronte mare che va dalla foce del Tevere sino a Capocotta. [...]

Tra le proposte elaborate dal gruppo di studio ci sono anche quelle di rendere navigabile il Tevere, un teatro all'aperto, la valorizzazione delle piazze che si affacciano sul lungomare, nonchè del pontile, del Canale dei Pescatori e della Rotonda. [...]

pubblicato in data: