Assemblaggi di architettura

New York, 10 luglio - 1 dicembre 2013

Risalire ai precursori delle attuali tecniche digitali di simulazione dello spazio reale, evidenziando l'importanza della manipolazione delle immagini nel processo creativo degli architetti: l'esposizione intitolata "Cut 'n' Paste: From Architectural Assemblage to Collage City", in programma al Museum of Modern Art / MoMA di New York a partire dal prossimo 10 luglio, nasce con l'obiettivo di esplorare "l'evoluzione del collage, sia come tecnica fondamentale ma trascurata..., sia come nozione estesa di individuazione di livelli, giustapposizione e rimescolamento che ha dato forma alle percezioni dello spazio urbano nell'arco del secolo scorso" (press.moma.org).

Il repertorio della mostra, che occuperà le sale della Robert Menschel Architecture and Design Gallery, al terzo piano del MoMA, attinge alla collezione del museo d'arte "per svelare come il linguaggio visivo del collage sia arrivato a dominare la rappresentazione architettonica contemporanea" (press.moma.org). Affiancando opere assemblate con metodi diversi - ma con effetti analoghi al "copia e incolla", il catalogo traccia dei percorsi che pongono in relazione passato e presente.

"Cut 'n' Paste mette insieme i primi collgage fotografici di Mies van der Rohe con esperimenti di fotomontaggio di avanguardia, design grafico e film" (worldarchitecturenews.com), dando rilevanza alle sperimentazioni di studi emergenti internazionali.

Dei giovani progettisti coinvolti nell'iniziativa fanno parte i membri dello studio AAIMM (Alejandro Ribas Mercau, Angel Cerezo Cerezo e Martin Negri Rodriguez), con sede a Barcellona, Dubai e Rotterdam.

La mostra "Cut 'n' Paste" rimarrà aperta al pubblico fino al 1 dicembre 2013.

Per saperne di più (moma.org)

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: