Architettura senza icone

Se la selezione per lo Stirling Prize restituisce l'istantanea della migliore produzione - nel Regno Unito o nel resto dell'Unione Europea - da parte degli iscritti al Royal Institute of British Architects, con l'obiettivo puntato su opere realizzate nel corso dei dodici mesi precedenti e premiate con uno dei vari riconoscimenti patrocinati dal RIBA (ribastirlingprize.architecture.com), l'immagine del 2013 si distingue per un netto cambiamento rispetto al passato. A conclusione di un ciclo dominato da strutture monumentali o da forti caratterizzazioni personali impresse dai grandi nomi dell'architettura, quest'anno lo Stirling sarà conteso tra opere accomunate da un certo minimalismo e da una riscoperta "perizia artigianale" (guardian.co.uk).

L'ultimo decennio si era aperto nel 2004 con la vittoria del "Gerkin" (30 St Mary Axe) di Norman Foster, e aveva concesso il bis a Richard Rogers (Aeroporto Madrid-Barajas, 2006; Maggie's Centre di Londra, 2009) e Zaha Hadid (MAXXI, 2010; Evelyn Grace Academy, 2011). L'attuale giuria dovrà "valutare l'eccellenza progettuale, a prescidendere da stile, dimensione o complessità" (ribastirlingprize.architecture.com) di un elenco di edifici - pubblicato nei giorni scorsi dal RIBA - che comprende: University of Limerick / Grafton Architects (Irlanda), Park Hill / Hawkins/Brown & Studio Egret West (Sheffield, Inghilterra), Newhall Be / Alison Brooks Architects (Harlow, Inghilterra), Giant's Causeway Visitor center / heneghan peng architects (Irlanda del Nord), Bishop Edward King Chapel / Niall McLaughlin Architects (Cuddesdon, Inghilterra), Astley Castle / Witherford Watson Mann Architects (Nuneaton, Inghilterra).

"Lo Stirling Prize ha messo insieme una lista ristretta che è risolutamente non-iconica... C'è una cappella, un centro visitatori, qualche alloggio ad Harlow, una ex casa popolare ristrutturata, un castello in rovina trasformato in attraente residenza da affittare a turisti e, dall'Università di Limerick, un progetto descritto come scuola di medicina, con dormitorio degli studenti e pensilina per gli autobus. Gli architetti sono conosciuti e rispettati nell'ambiente, ma non sono delle 'stelle'" (guardian.co.uk).

La shortlist deriva da un iniziale blocco  di ventidue opere (ribastirlingprize.architecture.com), ridotte a sei da un gruppo di lavoro che ha svolto una serie di sopralluoghi e dibattiti prima di scegliere le finaliste.

"Come il RIBA ha sottolineato, metà degli studi in lizza sono guidati da donne, fatto che non dovrebbe avere alcuna importanza, se non fosse che, in un settore ancora assurdamente maschile, non si era mai verificato prima" (guardian.co.uk).

RIBA Stirling Prize 2013 - opere finaliste (da ribastirlingprize.architecture.com)

pubblicato in data: