Chipperfield über alles

I lavori per il restauro della Haus der Kunst di Monaco di Baviera dovrebbero iniziare tra due o tre anni (hausderkunst.de), una volta che saranno quantificati il preventivo di spesa e le esigenze finanziarie (attractionsmanagement.com); nel frattempo, si è già definita la componente progettuale del programma, con la scelta di affidare a David Chipperfield Architects (artdaily.com) l'intervento sull'edificio che ospita il museo d'arte aperto nel 1937.

La trasformazione ideata dallo studio britannico per "uno dei più simbolici e controversi monumenti di architettura a Monaco" (attractionsmanagement.com) - la Haus der Kunst viene edificata in epoca nazista con intenti celebrativi  del Terzo Reich (hausderkunst.de) - si è imposta in una selezione in due fasi, attirando il favore della giuria: "David Chipperfield  Architects ha dato significativa importanza all'esplorazione del rapporto della Haus der Kunst con gli spazi urbani che la circondano, incluso il vicino parco del Giardino Inglese, e ha anche tenuto in considerazione il programma del museo in relazione con il suo uso futuro" (attractionsmanagement.com).  

A partire dalla fine della Seconda guerra mondiale, la Haus der Kunst si è progressivamente affermata come centro per la divulgazione dell'arte contemporanea. Il piano di recupero e innovazione della struttura, avviato dal Ministero della Scienza, della Ricerca e delle Arti bavarese, non coinvolgerà solo i corpi di fabbrica, ma anche il "modello istituzionale" (attractionsmanagement.com) della proposta museale.

Sulla decisione di adottare il progetto proposto dal team di David Chipperfield ha influito anche il lungo elenco di musei e gallerie d'arte ideate o ridisegnate dall'architetto che nel 2004 è stato  nominato "Comandante dell'Ordine dell'Impero Britannico"  (davidchipperfield.co.uk). Nella sola Germania, si contano numerosi interventi (davidchipperfield.co.uk): ristrutturazione degli interni allo Schiller-Nationalmuseum di Marbach am Neckar (2000); Grassi Museum di Lipsia (2000); LiMo (Literaturmuseum der Moderne) a Marbach am Neckar (2006); spazi espositivi "Am Kupfergraben 10" a Berlino (2010); Neues Museum, Berlino (2009); Museum Folkwang a Essen (2010).

David Chipperfield Architects ha inoltre adottato un approccio coerente con gli obiettivi di sviluppo  fissati per il museo d'arte di Monaco. Come ha sottolineato il socio berlinese Alexander Schwarz, "mentre la memoria della costruzione della Haus der Kunst è consegnata alla storia, noi possiamo guardare l'edificio sotto una nuova luce. Questo schiude nuove prospettive per la Haus der Kunst, come monumento di architettura e come istituzione..." (hausderkunst.de).

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: