Creatività per il ricordo

Il nome dei progettisti del futuro "National Holocaust Monument" nella capitale canadese si conoscerà soltanto a metà del 2014 (archdaily.com), ma è certo che l'idea per la struttura commemorativa dello sterminio degli ebrei durante la seconda guerra mondiale sarà il risultato della sintesi di discipline e forme espressive diverse: i gruppi candidati all'incarico, indicati in questi giorni dai giurati che gestiscono la procedura di selezione nell'ambito di un concorso in due fasi (bustler.net), includono architetti, urbanisti, paesaggisti, designer e artisti puri, insieme a ricercatori ed esperti di storia dell'Olocausto.

La costruzione del memoriale, sostenuta da un budget di 4,5 milioni di dollari (archdaily.com), dovrebbe interessare un'area che ricade nel centro di Ottawa, in prossimità del Canadian War Museum. "Il Monumento Nazionale dell'Olocausto del Canada... porterà i canadesi di tutte le confessioni a ricordare insieme i milioni di uomini, donne e bambini innocenti che si contano tra le vittime dell'Olocausto. Il Monumento aiuterà ad assicurare che la memoria dell'Olocausto non sia mai persa. La speranza è che, insegnando alle generazioni presenti e future di canadesi le radici e le cause di questa atrocità. i futuri atti di genocidio saranno prevenuti" (international.gc.ca).

La lista ristretta dei raggruppamenti che dovranno sviluppare la loro proposta entro i primi mesi del prossimo anno e che, da regolamento della competizione, sono guidati da un cittadino canadese, comprende (bustler.net):
 
Hossein Amanat (architetto e progettista urbano),
Esther Shalev-Gerz (artista), Daniel Roehr (architetto paesaggista), Robert Kleyn (architetto, capo progetto),
David Lieberman (architetto) - Vancouver, British Columbia;

Leslie M. Klein (Quadrangle Architects), Jeffrey Craft (SWA Group), Alan Schwartz (Terraplan), Yael Bartana (artista), Susan Philipsz (artista), Chen Tamir (artista), Deborah Dwork e Jeffrey Koerber (studiosi dell'Olocausto) - Toronto, Ontario;

Gail Lord (museologo), Daniel Libeskind (architetto),
Edward Burtynsky (artista), Claude Cormier (architetto paesaggista), Doris Berger (studiosa dell'Olocausto)
- Toronto, Ontario;
 
Gilles Saucier (architetto, Saucier+Perrotte),
Marie-France Briere (artista) - Montraal, Quebec;
 
Irene Szylinger (storica dell'arte e curatrice); David Adjaye (architetto); Ron Arad (artista/architetto)
- Toronto, Ontario;
 
Krzysztof Wodiczko (artista), Julian Bonder (architetto)
- Cambridge, Massachusetts.

"L'Olocausto rappresenta un caso a se stante negli annali della storia dell'umanità. Non è stato solo un crimine perpetrato contro uno specifico gruppo di persone; è stato un crimine che ha sfidato i valori fondamentali cari a tutti i popoli civilizzati: libertà, democrazia, diritti umani e stato di diritto" (international.gc.ca).

In base alle previsioni, il "National Holocaust Monument" dovrebbe essere completato nel 2015 (archdaily.com).

Immagini del sito di progetto del "National Holocaust Museum" di Ottawa (da international.gc.ca): 1 | 2 | 3 | 4

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: