Torino, un edificio risparmia energia e la città guadagna un albero

la riqualificazione energetica contribuisce allo sviluppo del verde urbano

Torino aderisce all'iniziativa Smart Tree. La città incentiva i suoi abitanti a rendere più efficienti i loro immobili e per ogni edificio che affronterà il percorso di efficientamento sarà donato un albero alla città. In modo innovativo la riqualificazione energetica contribuisce allo sviluppo del verde urbano.

La diffusione di pratiche energetiche virtuose permetterà ai cittadini di rivalutare il proprio immobile rendendolo nel tempo più efficiente. Il cittadino otterrà un maggior risparmio in bolletta e la città avrà una riduzione delle emissioni di CO2. 

Si tratta di un approccio totalmente nuovo per la riqualificazione energetica degli edifici, promosso dalla Città di Torino e dalla Fondazione Torino Smart City, e presentato oggi a Torino. Il progetto, denominato RoadTo2020, consente di sviluppare azioni di risparmio energetico sulla struttura fisica dell'edificio e contemporaneamente di intervenire sugli usi e sui comportamenti abitativi guidandoli verso pratiche virtuose.

Alla base del progetto, vi è la facilità di accesso a finanziamenti a tassi agevolati da parte dei proprietari. Una misura che consente di alleggerire il costo degli interventi, permettendo agli interessati di finanziare i costi da sostenere attraverso il risparmio energetico ottenuto. Il risparmio energetico diventa quindi una fonte di reddito, con ricadute positive sui consumi energetici urbani e sul recupero delle costruzioni cittadine più obsolete.

Per permettere di rilevare i dati dei consumi, l'edificio viene monitorato da una sorta di "cruscotto", un misuratore che rileva i dati dei consumi dell'edificio in tempo reale e le modalità di gestione degli stessi da parte dei suoi abitanti. In base ai dati, ognuno potrà valutare le proprie azioni ed elaborare strategie per consumare meno energia. Il cruscotto sarà la carta d'identità del palazzo, disponibile ad un proprio indirizzo internet concepito come una piazza virtuale, luogo di incontro e di scambio sociale raggiungibile attraverso tablet, palmari e smartphone.

Il  progetto rientra tra le iniziative con cui si dà fattiva attuazione all'idea #38 "A risparmiare energia si impara" del masterplan Torino Smart City. Il progetto è stato ideato da Archingest, azienda specializzata in gestione del patrimonio pubblico e privato, e da San Progetto, società di progettazione e consulenza strategica.

info: www.torinosmartcity.itwww.roadto2020.eu

pubblicato in data: