Eemhuis Culture House, un edificio che ingloba lo spazio pubblico

pubblicato il:

È ormai pronto e sarà inaugurato a giugno con un festival, il nuovo centro culturale Eemhuis ad Amersfoort, in Olanda. A progettare l'edificio, che ingloba lo spazio pubblico, è lo studio Neutelings Riedijk Architects.

La Casa della cultura riunisce sotto un unico tetto più istituti culturali presenti nella città: la biblioteca, il centro espositivo, la scuola di danza, musica ed arti visive. Sorge nei pressi della piazza Eem in una zona di riqualificazione urbana e centrale della città, vicino alle rive del fiume.

La particolarità dell'architettura è che lo spazio pubblico continua al suo interno, diramandosi in tutte le direzioni. Al piano terra lo spazio diventa una piazza coperta con una caffetteria e gli ingressi alle diverse attività. Il centro espositivo affaccia proprio sulla piazza ed è per metà interrato e circondato da una sequenza di aree espositive più piccole. Anche la biblioteca è concepita come un prolungamento della piazza pubblica e, attraverso una conformazione a gradoni, conduce fino al piano superiore. Superate le scale si giunge ad un grande spazio aperto con postazioni con vista sulla città. L'attico ospita la scuola di arti, con i tre dipartimenti separati per la danza, la musica e le arti visive.

Le facciate sono tripartite, così come imposto dal masterplan della zona: un basamento rivestito da piastrelle smaltate, una fascia intermedia vetrata e dei volumi a sbalzo ricoperti da pannelli metallici punteggiati da semisfere che conferiscono movimento al coronamento dell'edificio.

web www.neutelings-riedijk.com