Earth Agrivillage, dal Cilento una risposta concreta ai temi Expo

il progetto è stato presentato in anteprima al Salone del Real Estate "EIRE" di Milano

Aiutare e valorizzare aziende e start-up legate al settore dell'agricoltura.

Nasce con questo obiettivo il progetto da 46 milioni di euro per il Cilento Earth Agrivillage sviluppato dallo studio Centola & Associati per Russo Restauri.

Si tratta di un polo dedicato ai prodotti della terra e al mondo cilentano, vincitore del terzo posto al premio Invest in Salerno della Fondazione Carisal. Il progetto, insieme alle altre due proposte selezionate, giudicato tra i migliori sviluppati nella provincia di Salerno, è stato presentato in anteprima al Salone del Real Estate "EIRE" di Milano. 

Il luogo prescelto per il parco agricolo è Lustra, nel cuore del Parco nazionale del Cilento, nel territorio promotore della dieta mediterranea riconosciuta come patrimonio culturale immateriale dall'Unesco. Un agrumeto abbandonato di oltre 100mila metri quadri diventa l'occasione per recuperare il rapporto dell'uomo con la terra attraverso imprese agricole locali e attività a km 0 di produzione, trasformazione, ricerca, formazione, degustazione e vendita di prodotti tipici di qualità. Il Cilento risponde così, ed in maniera concreta, ai temi dell'Expo.

Cilento Earth è dedicato ai prodotti della terra ed è pensato, spiega Luigi Centola, fondatore dello studio Centola & Associati: «Per accogliere e valorizzare aziende sparse in zone interne difficilmente accessibili e giovani start-up produttrici di vino, olio, frutta, ortaggi, leguminose, cereali, pasta, salumi, latticini e derivati. Le preziose imprese e le eccellenze locali, spesso a conduzione familiare, depositarie di saperi e tradizioni millenarie, talvolta in difficoltà economica, vengono aiutate a crescere, internazionalizzarsi e promuoversi unitariamente attraverso un polo e un marchio innovativi che condensano l'essenza e le tipicità del Cilento attraendo visitatori locali e flussi turistici da tutto il mondo».

«Le possibilità di realizzazione sono ottime» afferma Luigi Centola. «Il PUA (Piano Urbanistico Attuativo) è già stato approvato - continua l'architetto - e alcuni lavori come lo svincolo stradale privato dalla superstrada, il restauro di una serie di casali storici e la sistemazione delle strade interne sono già stati effettuati. I 46 milioni di euro necessari per la realizzazione totale (si procede per fasi) saranno reperiti oltre che da capitali privati del proprietario/proponente, da fondi europei sull'Agricoltura in arrivo dopo l'estate tramite la Regione Campania, da Fondi Immobiliari e tramite microcredito per le piccole aziende». Anche la Fondazione Carisal e il Comune di Lustra Cilento sono partner del progetto ed hanno già stipulato protocolli di intesa.

All'interno del polo, campi tematici all'aperto saranno a disposizione di associazioni, amministrazioni e produttori per l'organizzazione di sagre, fiere, eventi, degustazioni, festival, concerti e incontri all'aperto. Ci saranno, poi, oltre a serre dimostrative, anche spazi al coperto e all'aperto per l'accoglienza, la degustazione e la trasformazione dei prodotti della terra. Per questo saranno costruire architetture modulari aggregabili, da 50 a 500 metri quadri: opera di mastri artigiani della pietra cilentana. Fasce multicolori dei filari coltivati proseguiranno lungo le facciate dei volumi in legno lamellare a servizio dei campi. Le piccole costruzioni sono energeticamente indipendenti grazie ai pannelli fotovoltaici/solari e alle micro-pale eoliche ad asse verticale.

Alle associazioni ambientaliste e di tutela del paesaggio, alle cooperative, ai pensionati, ai ragazzi e agli appassionati, è riservato un campo-lavoro-incontro con una serie di orti collettivi per l'autoconsumo e il recupero delle essenze tipiche cilentane/mediterranee in via di estinzione o già scomparse, integrati con l'agrumeto, gli ulivi e la pineta esistenti recuperati. Ai bambini e agli adolescenti è dedicato un campo-scuola-gioco dove si possono conoscere l'avifauna e le specie tipiche delle fattorie cilentane..

L'edificio simbolo è il Cilento World. Condensato del mondo e delle eccellenze cilentane, accoglierà le sedi degli enti pubblici partner e delle istituzioni locali, la scuola di cucina, le aule per la formazione, le zone di esposizione e promozione turistica delle bellezze paesaggistiche del territorio, un auditorium, i ristoranti tematici e i presidi slow food, Legambiente e Wwf. Una grande piazza consente di radunare i gruppi di visitatori e organizzare molteplici attività e laboratori all'aperto.

La piazza ospita una scultura interattiva che racconta la storia, la geografia, i progetti, il futuro e le connessioni del Cilento, dei Comuni e del Parco nazionale con il resto del mondo. Una foresteria con annesso centro benessere consente alle scuole, ai gruppi organizzati e ai turisti di fermarsi per uno o più giorni per vivere il Cilento. 

studio Centola & Associati  www.centolaassociati.com

pubblicato in data: