Il «Bosco Verticale» di Boeri, migliore grattacielo 2015 secondo il Council on Tall Buildings

È il «Bosco Verticale» di Boeri Studio (Stefano Boeri, Gianandrea Barreca, Giovanni La Varra), il migliore grattacielo 2015 secondo il Council on Tall Buildings and Urban Habitat di Chicago. Le due torri residenziali del quartiere Porta Nuova Isola a Milano, realizzate da Hines Italia SGR insieme a COIMA, si aggiudicano la quattordicesima edizione del Best Tall Building Awards come vincitrici assolute del premio.

«Il Bosco Verticale è davvero rivoluzionario come esperimento che sviluppa l'applicazione del verde ad una tale altezza. Tredicimila piante, che formano una seconda pelle per la torre, contribuiscono a creare un ecosistema urbano vitale dove differenti tipologie di vegetazione, così come uccelli e insetti, possono prosperare portando un po' di natura in città», ha dichiarato Karl Fender, fondatore dello studio australiano Fender Katsalidis Architects e membro della giuria.

Le torri, sottolineano dal Council on Tall Buildings and Urban Habitat ospitano 480 alberi di grandi e medie dimensioni, 250 piccoli alberi, 11mila piante e 5mila arbusti, l'equivalente del verde che tappezza un intero ettaro di foresta. Oltre alla creazione di una bella facciata, l'inserimento della vegetazione nella struttura aggiunge una serie di elementi dal design sostenibile. Il fogliame migliora la qualità dell'aria filtrando la polvere e catturando anidride carbonica, mentre viene attenuato l'effetto isola di calore e si riduce l'inquinamento acustico.

Il Best Tall Building Awards premia quei progetti che hanno dato un contributo straordinario al progresso nel campo degli edifici a torre, migliorando l'ambiente urbano e raggiungendo alti livelli di sostenibilità. Il riconoscimento annuale va ad edifici realizzati non solo in Europa, ma anche in America, Africa e Medio Oriente, Asia e Australia. Per l'America conquista il primo posto il One World Trade Center, il grattacielo che sorge al posto delle Torri gemelle a Manhattan (New York), progettato dallo studio Skidmore, Owings & Merrill. Per l'Asia, il vincitore è il CapitaGreen, il grattacielo che sorge nel mezzo del business district di Singapore, firmato da Takenaka Corporation e Toyo Ito & Associates. La Burj Mohammed Bin Rashid Tower di Abu Dhabi, progettata da Foster + Partners è il miglior edificio dell'area Medio orientale - Africa.

A contendersi il premio per la sezione "Europa", oltre a Stefano Boeri, c'erano altri quattro finalisti: la Evolution Tower, contributo dello studio Gorproject allo sviluppo del quartiere International Business Center di Mosca; il Leadenhall Building, una torre per uffici londinese firmata Rogers Stirk Harbour + Partners; ed ancora il complesso multifunzionale Malmö Live, con residenze, hotel, una sala concerti e spazi d'incontro, opera di Schmidt Hammer Lassen architects e realizzata a Malmö, in Svezia; infine il quartier generale della polizia a Charleroi, in Belgio, una torre a base circolare progettata da Jean Nouvel e MDW Architecture. Tra i premi regionali è stato poi decretato il vincitore assoluto dell'edizione 2015 del Premio, durante la cerimonia calebrata il 12 novembre all'Illinois Institute of Technology di Chicago.

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: