Si chiama "Sipario" il progetto vincitore del Cristalplant Design Contest 2016

La giuria del Cristalplant Design Contest 2016 ha selezionato i progetti vincitori, che sono stati premiati presso il Fuorisalone di Milano lo scorso 14 aprile.

Il concorso mirava all'acquisizione di un progetto per una cappa da cucina che fosse caratterizzata da un design innovativo e originale e contemporaneamente capace di sfruttare il materiale Cristalplant come base di prodotti ispirati allo stile Elica.

Il progetto vincitore sarà prototipato e inserito nel catalogo Elica entro il 2018.

La cerimonia di premiazione ha visto i riflettori puntati su Ellen Bernhardt, vincitrice del concorso con il progetto "Sipario", Francesco Meneghello e Davide Lanfranco, che hanno ricevuto una menzione d'onore con "Sale&Pepe", Simone Bonanni e Attila Veress, con la menzione speciale per "Skyline".

Progetto vincitore / "Sipario" - Ellen Bernhardt

Il progetto vincitore del Cristalplant Design Contest 2016 è firmato dalla designer di origine tedesca Ellen Bernhardt che si è distinta tra oltre 2000 partecipanti per la capacità di coniugare le peculiarità tecniche e tecnlogiche del Cristalplant con il design degli oggetti Elica.

Sipario è una cappa dal design semplice, morbido e leggero. L'idea che ha guidato Ellen Bernhardt è stata quella di un drappo di tessuto mosso dal vento e sospeso nell'aria come un sipario leggermente scosso dal movimento di qualcuno dietro di esso. 

Il progetto di Ellen Bernhardt resta idealmente sospeso sulla parete e riesce a celare la parte tecnologica della cappa e valorizzare la zona più importante della cucina, illuminando con una luce morbida e sinuosa lo spazio circostante.

Menzione speciale / "Sale&Pepe" - Francesco Meneghello e Davide Lanfranco

Il progetto dei due designer si muove dalla loro passione per il cibo. "Ci piace mangiare e volevamo raccontare una storia", spiegano Francesco e Davide, i quali non a caso hanno inserito nella loro presentazione una vignetta che illustra cosa accade in una cucina al momento dei pasti.

La loro cappa è un parallelepipedo che, dall'alto, si cala sui fuochi e li inonda di luce. La parte terminale è molto simile alla forma dei lembi di una scatola ripiegati verso l'esterno, proprio come appaiono le confezioni di sale una volta aperte. 

Menzione Speciale / "Skyline" - Simone Bonanni e Attila Veress

I giovani designer si dicono soddisfatti di aver partecipato a un riconoscimento così importante nel settore e del fatto di aver lavorato con un materiale così interessante come il Cristalplant.

Il team ha cercato di declinare in modo innovativo l'uso del materiale allo stile che caratterizza i prodotti Elica, integrando un approccio stilizzato e stilistico che parla di architettura e di semplicità con la tecnologia dell'azienda produttrice di cappe. 

Skyline inserisce uno scaffale all'interno della cappa da cucina per aiutare l'utilizzatore durante la preparazione del piatto. Il ripiano, infatti, permette la collocazione di ingredienti e altri complementi d'arredo utili a chi sta ai fornelli in un posto più vicino possibile al piano cottura.

Informazioni

Dettagli e informazioni aggiuntivi sui progetti presentati e sui vincitori sul sito internet www.cristalplant.it

 

pubblicato in data: