Bonus 50% per le ristrutturazioni edilizie: invio dati all'Enea entro il 21 febbraio per gli interventi 2018

Pubblicate le nuove guide alle agevolazioni edilizie dell'Agenzia delle Entrate

C'è tempo fino al 21 febbraio per inviare ad Enea i dati per accedere alle detrazioni fiscali previste per gli interventi di ristrutturazione edilizia, conclusi entro il 21 novembre 2018. Interventi a cui si lega l'utilizzo di fonti rinnovabili di energia o un miglioramento delle prestazioni energetiche. 

Il riferimento è al nuovo adempimento introdotto dalla legge di Bilancio 2018, che ha stabilito che chi usufruisce della detrazione per le ristrutturazioni edilizie - analogamente a quanto già avviene da tempo con l'ecobonus - deve inviare all'Enea, per via telematica, alcune informazioni sugli interventi effettuati. Obbligo che scatta quando i lavori di ristrutturazione comportano anche l'utilizzo di fonti rinnovabili e quando si consegue un risparmio energetico. 

Con l'avvio, lo scorso novembre, del sito attraverso il quale far "viaggiare" i dati richiesti, si era stabilito che per gli interventi terminati tra il 1° gennaio e il 21 novembre 2018, i soggetti interessati dal nuovo obbligo avrebbero dovuto inviare i dati entro il 19 febbraio 2019 (90 giorni a partire dal  21 novembre 2018). Questa scadenza, per motivi legati al funzionamento del sito ristrutturazioni2018.enea.it, è stata prorogata al 21 febbraio 2019.

Al nuovo obbligo è stata aggiornata la guida al bonus per le ristrutturazioni edilizie dell'Agenzia delle Entratela guida aggiornata a febbraio 2019). Tra l'altro sono appena state pubblicate anche le nuove edizioni delle guide al bonus mobili e alle agevolazioni per il risparmio energetico.

Per approfondire
Bonus del 50% per le ristrutturazioni edilizie: ecco quali dati inviare all'Enea
• Bonus del 50% per le ristrutturazioni edilizie: online il sito Enea per la trasmissione dei dati

Per l'invio dei dati 2019 bisogna attendere che sia online il nuovo portale

Va ricordato che l'ultima legge di Bilancio ha differito di un altro anno, nella misura del 50 per cento, la detrazione per le ristrutturazioni edilizie e il bonus per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici. 

Significa che per tutto il 2019 le spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia (fino al tetto di spesa di 96mila euro per unità immobiliare) possono godere della detrazione del 50 per cento, da suddividere in 10 quote annuali di pari importo.

Per trasmettere all'Enea i dati relativi agli interventi con fine lavori compresa tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2019 bisogna attendere la pubblicazione online del nuovo portale dedicato.

Resta al 50 per cento per tutto il 2019 anche il bonus che consente di detrarre le spese per l'acquisto di mobili, di grandi elettrodomestici (di classe non inferiore ad A+ o A per i forni) e di altre apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica. Resta immutato il tetto di spesa di 10mila euro. La detrazione va suddivisa in 10 quote annuali di uguale importo. Di tale incentivo - va ricordato - possono usufruire solo coloro che effettuano lavori ammessi al bonus per le ristrutturazioni edilizie.

di Mariagrazia Barletta

pubblicato in data: