NightSky, il modulo abitativo per guardare le stelle. Da the ne[s]t una soluzione per un turismo sostenibile nell'era post-covid

Come vivere le vacanze nel futuro post pandemia?

Una risposta arriva dal team the ne[s]t, impegnato da vent'anni nella progettazione e realizzazione di architetture in simbiosi con la natura, che ha ideato un concept a metà strada tra il modulo prefabbricato e la tenda camping. 

"NightSky - ha affermato Paolo Scoglio, fondatore dello studio  - "intende creare un segmento di mercato turistico-ricettivo esperienziale, un'occasione per rafforzare la ‘cooperazione' uomo-piante all'interno di una piccola architettura in cui umani e alberi coesistono in un rapporto di collaborazione e di reciprocità".

Un modulo off-grid dal punto di vista energetico, collocabile anche in luoghi non urbanizzati, caratterizzato da una copertura trasparente - costituita da una doppia lastra in policarbonato compatto - per garantire agli ospiti la contemplazione del cielo stellato.

Elementi costruttivi prefabbricati e veloce implementabilità delle connessioni fanno della cellula abitativa, reversibile sul paesaggio, una risposta immediata alla nuove esigenza di fruizione degli spazi, al co-living e al co-working nella natura, energicamente autonomo, sanificabile ad ogni utenza e adattabile a qualsiasi contesto naturale. 

Il modulo, attualmente già in fase di prototipazione, punta quindi alla massima riduzione dei costi, prevedendo così la possibilità di noleggio anche per periodi di tempo limitati.

Spazi minimi e comfort per ogni stagione

Costituto da una struttura portante con telaio in legno e alluminio composto da aste connesse e giunti reversibili, NightSky presenta due varianti dalla sagoma archetipica, reinterpretata con un design e una tecnologia innovativa ed eco-sostenibile: un volume molto semplice, con tetto a falde, e un secondo con copertura piana, entrambi pensati per ospitare fino a 4 persone.

La struttura a telaio è completata da un piano di calpestio principale, da un piano soppalcato in legno - raggiungibile grazie a una scala a pioli in legno - e da un setto portante verticale che, oltre alla funzione di collegamento tra i due piani, accoglierà le dorsali impiantistiche del modulo. Inoltre, un camino a legna, elemento peculiare del design del modulo, garantirà il comfort all'interno della cellula abitativa, così da poter essere utilizzato anche nelle stagioni più fredde.  

Lateralmente due bowindows sporgenti permetteranno l'affaccio sul paesaggio circostante, fungendo da possibili postazioni di lavoro durante le ore diurne, e alloggi-letto per la notte.

Grande attenzione anche al rivestimento esterno, costituito da una doppia membrana tecnologica in materiale tessile innovativo, che assicurerà la coibentazione grazie alla presenza di un isolante nell'intercapedine, strategia utilizzata per massimizzare l'apporto della luce diurna e mitigare, al tempo stesso, l'introspezione visiva dall'esterno. 

Grazie alla doppia membrana, inoltre, sarà possibile termo-saldare all'involucro principale alcuni elementi di completamento, come l'inserimento di silicio amorfo per la captazione fotovoltaica dell'energia luminosa del sole, immessa all'interno del modulo e stoccata in una batteria di accumulo per l'utilizzo notturno.

All'interno, invece, attraverso la termo-saldatura di tasche tessili, sarà possibile la piantumazione di piccole specie vegetali destinate alla purificazione dell'aria indoor, nonché di piccole specie vegetali autoctone per le "provviste" a km 0.

Fondato da Paolo Scoglio e Adriano Ribera, the ne[s]t è un team di professionisti specializzato nella progettazione e nella realizzazione di Architetture in simbiosi con la Natura, con numerose collaborazioni internazionali con studi di progettazione ed aziende leader nella prefabbricazione multi-materica più innovativa.

Da oltre dieci anni progetta e realizza case sugli alberi in Italia e all'estero, per clienti privati, operatori turistici e pubbliche amministrazioni.

Con docenze allo IED, Istituto Europeo di Design per il Master in Smart Buildings and Sustainable Design, e di Composizione Architettonica, Tecnologia, Architettura degli Interni ed Allestimento al Politecnico di Torino ed al Politecnico di Milano, the ne[s]t definisce le proprie architetture "dispositivi naturali", caratterizzati dalla simbiosi totale con l'ambiente, dalla reversibilità totale sul paesaggio, da destinazioni d'uso legate ad un'utenza temporanea "short stay, smart living", spazi unici in cui l'high tech si accosta ai materiali naturali.

Dai resort eco-sostenibili alle case private più "green", lo studio the ne[s]t si occupa di consulenza, progettazione e realizzazione di moduli abitativi prefabbricati in tutto il mondo, connotando ogni propria opera con una cifra stilistica inconfondibile, un "minimal green" che si ispira spesso alla progettazione parametrica e bio-mimetica più evoluta.

di Elisa Scapicchio

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

pubblicato in data: