Ci risiamo. Nuovo anno chiama nuovo archi-oroscopo.

A Roma c'è un detto che recita "23, bucio...." (se non lo conoscete, andatelo a cercare!). Comunque, dando retta ai proverbi popolari, sembrerebbe un anno fortunato.

Prendete con le pinze quello che troverete scritto qui, il nostro è solo un modo per giocare con i grandi nomi dell'architettura ricordando le loro date di nascita e qualche iconico progetto che li ha resi noti. Per il resto, rimandiamo come sempre ai MASSIMI ESPONENTI DEL SETTORE (come Paolo Fox e Simon & the Stars).

Noi restiamo UMILI ARCHITETTI pronti ad aggiornarvi su quello che succede nel mondo della professione.

BUON 2023!

Ariete | Mario Botta e Diébédo Francis Kéré

Primo segno dello zodiaco, testardaggine e ostinatezza sono i tuoi tratti distintivi. A te del segno dell'Ariete non poteva che toccare una personalità forte. Parlo di MARIO BOTTA, nato a Mendrisio il 1 aprile.

"Avrei potuto fare il fotografo, o forse il pittore, alla fine ho deciso di disegnare e progettare" - ha affermato. E l'intuito e la voglia di emergere non gli hanno dato torto. Le sue architetture, assai riconoscibili per il rigore della forma e l'essenza della materia, si distinguono spesso per l'utilizzo del mattone in cotto e della pietra.

Forse anche tu Ariete, determinato e ostinato, pieno di energia, passione e determinazione ti sei trovato in questi anni di fronte a più strade, e alla fine hai scelto quella che ti è sembrata più affine alle tue inclinazioni.

Se ancora i risultati non sono arrivati, potrebbe essere questo l'anno giusto (te lo auguriamo!)

Ma se questo non ti basta, ispirati alla filosofia progettuale di DIÉBÉDO FRANCIS KÉRÉ - nato il 10 aprile - primo africano a ricevere l'ambitissimo Premio Pritzker.

"Spero di cambiare il paradigma, spingere le persone a sognare e a rischiare". - scrive Keré - "Non è perché sei ricco che dovresti sprecare materiale. Non è perché sei povero che non dovresti cercare di creare qualità".

E allora ottimizza le tue risorse, sfrutta al massimo la tua energia e quest'anno ti regalerà davvero delle sorprese!

PROGETTI →
Mario Botta, Museo MART, Rovereto
Francis Kéré, Opera village a Laongo, Burkina Faso

Toro | Peter Zumthor e Daniel Libeskind

Quest'anno, Toro, avrai due guide d'eccezione: PETER ZUMTHOR e DANIEL LIBESKIND, nati rispettivamente il 26 aprile e il 12 maggio.

Figlio di un ebanista, Zumthor si avvicinò all'architettura partendo dall'arte di progettare e produrre manufatti in legno. "Quando sento un luogo qualcosa mi commuove di più e qualcos'altro meno. Ma se sono commosso mi chiedo subito il perchè e comincio ad analizzare la causa. L'intelletto entra in gioco perchè devo sapere come delimitare un tale vuoto che vive. Secondo me al centro della architettura c'è un vuoto. Non puoi progettare un vuoto ma puoi disegnare i suoi confini ed e allora che il vuoto prende vita" - affermava.

Anche le architetture di Libeskind si avvicinano, per molti aspetti, alla scultura.

"Ciò che amo dell'architettura - dice Libeskind - è che se è buona contiene tutti i colori dello spettro della vita; se è cattiva, i colori sbiadiscono fino a svanire. Dalle rovine di Bisanzio alle strade di New York, dal tetto appuntito di una pagoda cinese alla sommità della Torre Eiffel, ogni edificio racconta una storia o, meglio ancora, diverse storie".

Seppur differenti nel risultato formale, entrambi riescono a mettere a sistema la concretezza e la poesia in ogni loro edificio.

Quindi, Toro, continua a lasciarti guidare dalle tue sensazioni, fai in modo che ogni tuo progetto faccia parlare di sé. Su organizzazione e metodo, poi, non hai bisogno di suggerimenti. I risultati arriveranno, e tu li guarderai con il sorriso.

PROGETTI →
Peter Zumthor, Cappella di Bruder Klaus, Wachendorf
Daniel Libeskind, Museo della Storia Militare, Dresda

Gemelli | Norman Foster

"Se non fossi un ottimista, sarebbe per me impossibile essere un architetto". Parole di Sir NORMAN FOSTER - nato il 1 giugno - da tenere a mente quest'anno.

Potrebbero esserci delle difficoltà da affrontare, ma tu, Gemelli, sii ottimista. La tua dualità ti permetterà di cogliere i molteplici aspetti delle situazioni e gestirle a tuo favore.

Chi, più di Foster, è riuscito a creare dialoghi inaspettati tra storia e contemporaneità? Basti pensare alla Cupola del Reichstag di Berlino. "È importante trovare un equilibrio tra vecchio e nuovo" - scriveva - "La vera sfida del rinnovamento è continuare la tradizione storica del cambiamento, ma con una sensibilità per lo spirito del passato".

E allora, Gemelli, il tuo carattere fortemente comunicativo e le tue attitudini ai cambiamenti ti permetteranno di ottenere, quest'anno, riconoscimenti che non ti aspettavi.

PROGETTO →
Steve Jobs Theatre, Cupertino

Cancro | Álvaro Siza

Sensibile e metodico, a te, del segno del Cancro, quest'anno spetta come riferimento il maestro ÁLVARO SIZA, nato il 25 giugno.

"Inizio un progetto quando visito un luogo. Mi affascina vedere come una piccola sorgente di luce possa venire moltiplicata non so quante volte" - ha affermato.

Il suo lavoro parte proprio dall'osservazione della realtà, con attenzione al paesaggio, ai materiali e, soprattutto, alle persone che vivranno quegli spazi, creando progetti che entrano in empatia con il luogo.

Ti ci ritrovi? Continua a viaggiare, osserva ciò che ti circonda e lasciati guidare dall'intuito che ti contraddistingue. Grazie alla tua sensibilità quest'anno riuscirai a cogliere sfumature che potrebbero passare inosservate ai più. 

PROGETTO →
Piscinas das Mares, Leca de Palmeira, Porto

Leone | Jean Nouvel e Santiago Calatrava

"Spazio, spazio: gli architetti parlano sempre di spazio! Ma la creazione di uno spazio non significa automaticamente architettura. Con lo stesso spazio, è possibile fare un capolavoro o causare un disastro." Lo ha detto JEAN NOUVEL, nato il 12 agosto.

Per SANTIAGO CALATRAVA, nato invece il 28 luglio, "L'architettura è un'arte così come la pittura o la scultura. Tuttavia - afferma - l'architettura fa un passo oltre la pittura e la scultura perché è più che l'uso dei materiali. L'architettura risponde agli output funzionali e ai fattori ambientali. Eppure, fondamentalmente, è importante per me sottolineare l'arte in architettura per portare armonia".

Ti piace farti notare, come un leone nella savana. Non a caso i tuoi riferimenti sono di due grandi maestri un po' megalomani. Jean Nouvel, con progetti come il Museo Nazionale del Qatar e Calatrava con i maestosi ponti e geometrie architettoniche inconfondibili.

A te, Leone, consiglio quindi di percorrere ancora questa via, pensa sempre in grande, ma ricordati di non trascurare l'effetto che i tuoi progetti genereranno in chi li abiterà.

PROGETTI →
Jean Nouvel, National Museum of Qatar, Doha 
Santiago Calatrava, Stazione di Reggio Emilia AV Mediopadana

Vergine | Renzo Piano e Tadao Ando

Perfezionismo e ambizione sono le tue parole d'ordine. A te spetta proprio il maestro dei maestri, RENZO PIANO, nato il 14 settembre. "Per un architetto la libertà non è un grande regalo" - scriveva - "Io ringrazio il cielo quando mi danno indicazioni precise: sono come i quadretti sul grande foglio bianco che è il progetto."

Proprio come Piano, anche tu hai bisogno di regole ben definite per far partire il tuo spirito creativo, ma quando trovi la chiave giusta, nessuno potrà fermarti.

Per l'occasione, tirerò in ballo anche un altro grande maestro. Parlo di TADAO ANDO, nato il 13 settembre.

"Il ruolo dell'architettura è quello di dare risposte e soluzioni intelligenti ai problemi della nostra società" - scrive Ando.

Per questo 2023, Vergine, ti consiglio di essere più morbido, utilizza il tuo rigore innato, ma asseconda anche il tuo istinto. Insomma, concediti qualche strappo alla regola e preparati a vedere risultati inaspettati e sicuramente utili in quello che fai.

PROGETTI →
Renzo Piano, Centro Culturale Tjibaou, Nuova Caledonia
Tadao Ando, Collina del Buddha, Sapporo, Giappone

Bilancia | Richard Meier e Alberto Campo Baeza

"Quando mi chiedono in che cosa credo, rispondo che io credo nell'architettura. L'architettura è la madre delle arti. Mi piace credere che l'architettura colleghi il presente con il passato e il tangibile con l'intangibile."- così scriveva RICHARD MEIER, l'architetto amante del bianco, nato il 12 ottobre.

Elegante e raffinato, ami l'equilibrio e l'armonia e cerchi sempre di mettere a sistema più elementi per dare forma alla perfezione.

Un altro riferimento per te, potrebbe essere infatti ALBERTO CAMPO BAEZA, nato invece il 14 ottobre. Ricercando l'essenzialità delle cose, intesa come approccio autentico al progetto, con pochi gesti Campo Baeza riesce a far emergere  le componenti fondamentali dell'architettura.

In questo 2023, Bilancia, cerca di essere più analitico che mai, non avere paura di sottrarre, concentrati su ciò che consideri assolutamente necessario e riuscirai a raggiungere i risultati sperati.

PROGETTI →
Richard Meier, La Montagnola Residence, Lugano 
Alberto Campo Baeza, House of the Infinite, Cadiz

Scorpione | Rem Koolhaas e Michele De Lucchi

Il tuo primo riferimento, Scorpione, è il grande REM KOOLHAAS, nato il 17 novembre.

"Il lusso della nostra posizione (di architetti, ndr) è che possiamo riunire qualsiasi squadra per affrontare qualsiasi problema. Una delle nostre teorie è che si possa compensare questa eccessiva costrizione verso lo spettacolare con un ritorno alla semplicità".

Grazie alla forza del tuo segno, governato da Marte e Plutone, a metà strada tra il mistero e l'amore per il rischio, quest'anno riuscirai a raggiungere obiettivi inaspettati, complice anche il fascino innato che ti consentirà di aprire porte che ritenevi inaccessibili.

Ma non finisce qui, ti darò anche un altro modello da seguire. MICHELE DE LUCCHI, nato l'8 novembre, afferma che "Il bello non sta dove appare ma dove non lo si cercherebbe mai".

Credi che abbia ragione? Ti lascio riflettere, quest'anno potresti avere un'idea rivoluzionaria a cui nessuno aveva pensato.

PROGETTI →
Rem Koolhaas, Casa da Musica, Porto
Michele De Lucchi, Padiglione Zero, Expo 2015, Milano

Sagittario | Steven Holl e Cino Zucchi

Doppio modello anche per te, avventuriero Sagittario. Partiamo dai punti geografici più lontani, con lo statunitense STEVEN HOLL, maestro nel campo della sperimentazione, nato il 9 dicembre.

"L'Architettura deve rimanere sperimentale e aprirsi a nuove aspirazioni. Di fronte alle tremende forze conservatrici che costantemente la spingono verso ciò che è già stato sperimentato, già costruito, già pensato, l'architettura deve esplorare ciò che non è stato ancora provato [...] bisogna rimanere aperti e sperimentali e forse, marginali". - afferma Holl.

Ti invito a fare tesoro di questa citazione e fare buon uso della tua fervida immaginazione che non ammette confini per arrivare a dare forma alle tue idee e, perché no, rivoluzionare qualche aspetto del nostro campo.

"Bisogna essere leggeri come l'uccello e non come la piuma" - scrive invece CINO ZUCCHI, nato il 14 dicembre. Ecco il tuo secondo riferimento. Aggiungi a quanto detto prima anche un po' di leggerezza, guardati intorno e cerca di cogliere il senso delle cose nella loro complessità, riuscirai a capire i particolari partendo dall'insieme. 

PROGETTI →
Steven Holl, Lake Whitney Water Purification Facility and Park, New Haven, Connecticut
Cino Zucchi, Complesso residenziale in Giudecca, Venezia

Capricorno | Massimilano Fuksas

"Un architetto é buono se le volte che ha detto no sono di più quelle che ha detto si." - ha detto MASSIMILIANO FUKSAS, nato il 9 gennaio.

Si sa Capricorno, per te è tutto bianco o nero, e dire di no non ti è così difficile. Saturno è il tuo pianeta e quando si mette contro non ce n'è per nessuno. Ma questo è anche il tuo grande pregio. Sei determinato, caparbio e sempre attento ai risultati da raggiungere. Continua a dire no se lo ritieni necessario, ma concediti qualche sì senza pensarci troppo, perché ogni tanto fa bene!

PROGETTO →
Chiesa di San Paolo Apostolo, Foligno

Acquario | Ryue Nishizawa

Caro Acquario, quest'anno il tuo punto di riferimento sarà RYUE NISHIZAWA, 50% dello studio giapponese SANAA, nato il 27 gennaio. Le sue architetture sono leggere e trasparenti, pensate per le persone e in ottica di equilibrio con l'ambiente circostante e la natura.

E quindi dico a te, Acquario, che ti distingui per originalità e grande bisogno di libertà, evita quest'anno di chiuderti in te stesso, continua a sfruttare la tua innata diplomazia, ma cerca di fidarti. Come diceva proprio Nishizawa "Non c'è niente di male da temere; una volta varcata quella soglia, tutto va bene".

PROGETTO →
Rolex Learning Center, Losanna

Pesci | Frank Gehry

A te, Pesci, spetta il compito di chiudere il cerchio zodiacale. Emotivo e romantico, avrai come riferimento per questo 2023 uno dei sognatori per eccellenza, colui che è riuscito a far ballare le architetture pur lasciandole ben radicate nei luoghi in cui nascono. Parliamo di FRANK O. GEHRY, uno dei massimi esponenti mondiali del decostruttivismo architettonico, nato proprio il 28 febbraio.

"Non capisco perchè le persone chiamano un architetto e poi gli dicono cosa fare " - scrive Gehry - "Il miglior consiglio che ho ricevuto è quello di essere se stessi. I migliori artisti lo fanno".

A te, quindi, dico di essere te stesso, non nascondere la tua sensibilità e lascia spazio ai tuoi sogni utopici. A furia di fantasticare, qualcosa quest'anno potrebbe avverarsi.

"Non è una novità l'idea secondo cui l'architettura possa profondamente influenzare un luogo e, talvolta, trasformarlo. Ma l'architettura e qualunque forma d'arte possono trasformare una persona e talvolta persino salvarla". Tienilo a mente, nel 2023 questo concetto potrebbe tornare utile!

PROGETTO →
Luma Tower, Arles

© RIPRODUZIONE RISERVATA