Effetto Gehry al Corcoran Museum

Una delle più prestigiose istituzioni americane nel campo dell'arte e della cultura, il Corcoran Museum, che oltre alla Gallery of Art comprende anche un istituto d'arte e design, si è affidata a Frank Gehry per l'ampliamento dei suoi spazi: il progetto prevede il restauro dell'edificio storico esistente, che risale alla fine dell'ottocento, la costruzione di una nuova ala e la ristrutturazione dell'ex Randall School a Southwest Washington.

Nello scorso mese di luglio il Consiglio del Distretto di Columbia ha concesso un contributo di 40 milioni di dollari a favore del Corcoran per sostenerne l'ampliamento, intravedendo la possibilità di ripetere l'esperienza di Bilbao e catturare l'attenzione di turisti e visitatori grazie alle invenzioni di Frank Gehry, aumentando contemporaneamente le opportunità di lavoro e le entrate fiscali. I fondi infatti sono stati corrisposti con la formula del Tax Increment Financing (TIF), cioé con la prospettiva di recuperare i dollari devoluti proprio tramite le imposte sui futuri flussi di denaro innescati dai turisti.

La collezione permanente di arte americana del XIX secolo è tra le più complete al mondo e si è costituita a partire dai dipinti e dalle sculture lasciate al museo dal suo fondatore William Wilson Corcoran. La Corcoran Gallery, fondata nel 1869 come primo museo d'arte di Washington, ospita anche capolavori europei e una nota collezione di scultura e fotografia del XX secolo.

Negli ultimi cinque anni il Museo ha acquisito 3000 nuovi oggetti, mentre le iscrizioni all'istituto d'arte sono aumentate del 60%: questa crescita non poteva più essere contenuta dalla ormai insufficiente struttura dell'edificio che ospita il museo, talmente sovraccarico da costringere i responsabili a relegare in magazzino molte opere a causa della mancanza di spazio.

Da qui la decisione di attuare il progetto di ampliamento, coinvolgendo anche la sede storica, che sarà dotata di una nuova copertura e di rinnovate attrezzature per l'esposizione e la conservazione delle opere. L'entrata sulla 17esima Strada resterà aperta per consentire l'accesso al caffè e la partecipazione a eventi speciali, ma l'ingresso principale del museo verrà spostato su New York Avenue e dotato di uno spettacolare atrio, racchiuso da Gehry con enormi e plastici "fogli" di metallo. Davanti sarà dislocato  il viale d'accesso per gli autobus, quasi una diramazione della strada principale. Sarà di circa 8 metri il punto più alto della nuova ala del museo, comprensente 1858 mq di spazio destinato alle attività didattiche; l'area centrale di 372 mq sarà invece riservata alla biblioteca istituzionale, all'archivio e al centro di ricerca.

Attualmente al Corcoran sono in corso due mostre su Frank Gehry: "The Furniture of Frank Gehry", dal 22 settembre fino al 15 novembre 2004, e "Frank Gehry, architect: design for MUSEUMS", un'esposizione inaugurata il 2 ottobre e aperta fino al 21 febbraio 2005, che presenta i progetti di musei passati e futuri dell'architetto nato in Canada (tra cui naturalmente l'ala aggiuntiva del Corcoran Museum).

Grazie ai circa 100 milioni di dollari raccolti (quasi due terzi della somma necessaria), i lavori per realizzare il piano di espansione elaborato in un paio d'anni di lavoro, inizieranno probabilmente nel corso del 2006 e potrebbero concludersi nel 2009.

A proposito del proprio progetto per il Corcoran, Frank Gehry ha evidenziato come le idee contemporanee possano contribuire a conservare la memoria e trasportarla nei secoli futuri, sottolineando che "Questo aspetto ha acquistato un'importanza ancora maggiore dopo gli eventi dell'11 settembre...".

Immagini del progetto:
www.corcoran.org/New_wing/details_6.htm 

pubblicato in data: