Jazz at Lincoln Center

Il Jazz at Lincoln Center (JALC), la più ampia organizzazione senza fini di lucro impegnata nella diffusione e nell'insegnamento della musica jazz e di tutta la cultura che le ruota intorno, ha da quest'anno una struttura di riferimento pensata espressamente per assecondare le particolari esigenze di musicisti e appassionati, e per consentire lo svolgimento delle numerose attività collaterali di cui l'organizzazione è promotrice: tour nazionali e internazionali, trasmissioni radiofoniche e televisive, incisioni, eventi per il grande pubblico e iniziative didattiche rivolte ai più giovani.

La struttura, denominata Frederick P. Rose Hall e progettata da Rafael Viñoly, costituisce il risultato dell'apporto dato all'architettura dalla tecnica acustica più avanzata e - ovviamente - dalla grande passione per il jazz. La conoscenza del genere musicale e della filosofia di vita che lo accompagna, ha consentito di individuare le necessità dei musicisti e tradurle in termini di qualità e chiarezza del suono, ma anche di flessibilità e polivalenza degli spazi. Il Concert Theater e la Allen Room, creati principalmente per ospitare performance musicali, sono in grado di trasformarsi in sale per spettacoli di musica sinfonica, danza, teatro.

Il Concert Theater (noto anche come Rose Theater) può essere impiegato sia nella configurazione con proscenio, adatta per produzioni quali opere e balletti, sia sotto forma di concert hall, con il pubblico che si dispone intorno ai musicisti, realizzando l'intimità e la vicinanza ideale per le esibizioni di jazz. In realtà anche negli spettacoli che si svolgono sul palcoscenico da 34 x 20 metri, il pubblico mantiene uno stretto contatto con gli artisti, dato che l'ultima fila di posti a sedere dista solo 29 metri. La capienza della sala consente di prevedere dai 1100 ai 1200 posti circa.

La Allen Room invece può accogliere dai 310 ai 550 spettatori ed è caratterizzata dalla presenza sul fondo della sala, di un'ampia parete vetrata affacciata su Central Park. Organizzata come un anfiteatro, è dotata di un sistema di sollevamento regolabile che riesce a variare da sette a quattro il numero di livelli su cui vengono distribuiti i posti e consente al pubblico di salire dal livello del palcoscenico a una pista da ballo mobile con tavoli e sedie. Può essere destinata anche a spettacoli di cabaret e banchetti.

Il complesso del Jazz at Lincoln Center contiene uno spazio più informale, il Dizzy's Club Coca-Cola, ovvero un jazz club da 140 posti, che, aperto tutta la settimana, oltre a esere un luogo di tendenza viene usato anche per lezioni di musica e seminari.

Nel 1998,  la Metropolitan Transit Authority selezionò la proposta di Related Companies LP per un intervento da quasi 200.000 mq, finalizzato a costruire il quartier generale della Time Warner, il Mandarin Hotel, alcuni condomini di lusso e, appunto, la nuova sede del Jazz at Lincoln Center. Al maggio 2000 risale invece la scelta del progetto di Rafael Viñoly Architects per la realizzazione della Frederick P. Rose Hall, completata nel luglio 2004,  ma aperta al pubblico solo lo scorso 18 ottobre.

Nei mesi estivi si sono svolti una serie di test per definire la sistemazione ottimale dei posti a sedere, nell'ambito delle varie possibilità applicabili per ognuna delle sale. Nelle verifiche sono stati coinvolti alcuni membri della comunità, che hanno contribuito a individuare le condizioni acustiche migliori.

Con alcuni giorni di anticipo, il 30 settembre, ha aperto la Ertegun Jazz Hall of Fame, anch'essa parte del complesso, destinata a proporre la storia del jazz a tutte le fasce di età, grazie al design ideato dallo studio Rockwell Group (che evoca le forme degli strumenti musicali)  e alla teconologia all'avanguardia: per documentarsi i  visitatori hanno a disposizione chioschi interattivi e schermi multimediali. Nella Hall of Fame, definita il sancta sanctorum della nuova struttura da Wynton Marsalis, direttore artistico del Jazz at Lincoln Center, saranno ricordati i più grandi esponenti della storia del jazz, scelti da una giuria internazionale di musicisti, allievi e insegnanti.
L'altra area destinata alla didattica è l'Irene Diamond Education Center, dotato di aule e studi di registrazione e di prova, e sede di lezioni, jam session e proiezioni di film.


Disegni
www.jazzatlincolncenter.org/jalc/facility/archdraw.html

Rendering
www.jazzatlincolncenter.org/jalc/facility/archrend.html

Modelli della Frederick P. Rose Hall
www.jazzatlincolncenter.org/jalc/facility/archmodsct.html

Modelli della Allen Room
www.jazzatlincolncenter.org/jalc/facility/archmodspa.html

Sito ufficiale Jazz at Lincoln Center
www.jalc.org

Sito ufficiale Rafael Viñoly Architects
www.rvapc.com/flashindex.html

pubblicato in data: