508 metri per il Taipei Financial Center

La Taipei 101, che nel profilo evoca i germogli di bambù e la sagoma delle pagode, ha ricevuto il riconoscimento del Council on Tall Buildings and Urban Habitat (CTBUH) come grattacielo più alto. L'edificio ha il nome ufficiale di Taipei Financial Center ed è stato progettato da C.Y. Lee & Partners, con la consulenza strutturale di Evergreen Consulting Engineering. Oltre ai 101 livelli fuori terra comprende cinque piani interrati destinati a parcheggi, che arrivano fino a -31,50 metri.

Delle quattro categorie corrispondenti ad altrettanti parametri utilizzati dal CTBUH per classificare gli edifici alti, la Taipei 101 se ne è aggiudicate tre: maggiore distanza tra piano terra e sommità della struttura, pari a 508 metri (il record precedente era delle Petronas Towers con 452 metri), maggiore distanza tra il piano terra e la copertura, pari a 448 metri (primato precedente della Sears Tower con 431 metri) e maggiore distanza tra il piano terra e il più alto piano abitabile, pari a 438 metri (surclassata anche in questo caso la Sears Tower di Chicago, che mantiene però il primato per l'antenna più alta, ovvero il quarto parametro applicato per stilare la classifica).

Nella Taipei 101 simbologia e tradizione formale si fondono con le più avanzate tecnologie costruttive e impiantistiche: se da un lato il design è basato sul numero 8 (fortunato per i Cinesi) e i muri esterni di ogni sezione sono ornati con il Ruyi, simbolo di pienezza e  armonia, è anche vero che a fine anno saranno completati i due ascensori più veloci del mondo, in grado di raggiungere una velocità massima di 1008 metri al minuto.
La tecnologia è stata applicata soprattuto sul versante del rispermio energetico e della sicurezza dell'edificio. La tompagnatura esterna impiega una doppio strato di vetro atermico, che offre ampia visibilità dall'interno, mentre all'esterno riflette il cielo e l'ambiente circostante. I materiali adoperati per il Taipei Financial Center sono ignifughi e contribuiscono con i sistemi antincendio, i corridoi per fughe d'emergenza (presenti su ogni piano) e i ballatoi esterni (uno ogni otto piani) all'opera di prevenzione.

La torre, sottoposta già in fase di costruzione all'azione di un terremoto del grado 6.8 della scala Richter (che il 31 marzo 2002 causò la morte di cinque persone in seguito al crollo di una gru), sorge in una zona altamente sismica ed esposta a fenomeni atmosferici eccezionali quali tifoni e forti venti. Uno smorzatore a massa accordata da 800 tonnellate è sistemato all'88esimo piano, per stabilizzare la torre in presenza di eventi sismici o raffiche di vento potenzialmente distruttive (la Taipei 101 è stata progettata per resistere a una forza del vento superiore a 60 metri al secondo e ad un sisma superiore al grado 7 della scala Richter). L'ossatura strutturale centrale è costituita da sedici gigantesche colonne, cioè da pilastri scatolari di acciaio ad alta resistenza, riempiti con calcestruzzo rinforzato.

Tra le analisi condotte prima della costruzione del Taipei Financial Center vanno citate quelle relative all'impatto sull'ambiente, dato che l'alta torre di uffici si inserisce in un contesto urbano a cui è collegata da paserelle, viali pedonali e giardini all'aperto. Esistono poi i flussi di spostamento che partono dall'interno, articolato in ampi spazi di transizione (atri e giardini) e attraversati dai collegamenti verticali (scale mobili e ascensori).
Insieme agli uffici e ad alcuni alloggi, l'interno della Taipei 101 ospita un centro commerciale, che occupa sei piani, un ristorante (tra l'85esimo e l'86esimo piano) e un centro benessere con piscina, sauna e aerobica (quinto e sesto piano).

Il grattacielo di Taiwan, che sarà aperto completamente al pubblico nel mese di dicembre, potrebbe perdere il proprio primato nel giro di pochi anni, insidiato da numerosi futuri candidati al titolo di edificio più alto: la Freedom Tower (New York), la Union Square Phase 7 (Hong Kong), lo Shangai World Financial Center e la Burj Dubai (Emirati Arabi Uniti).

 

Immagini della Taipei 101
www.emporis.com/en/il/pc/?id=100765&aid=8&sro=1

www.skyscraperpage.com/gallery/showphoto.php?photo=30656

Per approfondimenti:
www.tfc101.com.tw/english/index.htm

pubblicato in data: