Niemeyer: completato dopo quasi mezzo secolo l'Ibirapuera Park

L'Auditorium edificato nell'Ibirapuera Park, una gigantesca isola verde che include anche un Planetario, un Museo d'Arte Moderna e diverse altre strutture per l'intrattenimento e lo sport,  rappresenta la conclusione di un percorso iniziato più di cinquanta anni fa, in occasione del quattrocentesimo anniversario della fondazione di San Paolo.

I lavori di costruzione dello spazio destinato a salvagurdare - anche attraverso la didattica -  la tradizione musicale brasiliana si sono conclusi recentemente - come riportato da Architectural Record: l'intervento che, presentato nel 2002, comprendeva anche il rifacimento dell'ingresso principale del Parco, è stato realizzato solo ora grazie al cospicuo budget messo a disposizione dalla TIM (circa 3,2 milioni di euro), ma rientrava tra le attrezzature ideate nei primi anni cinquanta da Oscar Niemeyer, autore dell'Ibirapuera Park insieme all'architetto paesaggista Roberto Burle Marx.

Nell'ambito della sistemazione più recente, associata all'edificazione dell'Auditorium, il parco è stato ripartito - almeno dal punto di vista funzionale - in due aree: una  comprendente il Padiglione della Biennale, il MAM (Museo d'Arte Moderna), l'Oca (the Goose) ovvero il Luca Nogueira Garces Pavillon, la Marquise e l'Auditorium stesso; un'altra destinata alle attività sportive e all'area aperta.

Nell'ottica della salvaguardia di una zona che è soprattutto un parco naturale, gli ambientalisti hanno intentato azioni legali contro la costruzione dell'Auditorium, che ha comunque comportato l'abbattimento di diversi alberi e il "sacrificio" di un settore altrimenti destinato a verde. La struttura, caratterizzata dalla copertura retraibile, comprende 840 posti a sedere e presenta un'insolita silohuette cuneiforme. L'accesso alle numerose sale per le prove e le lezioni di musica, affiancate al settore dei camerini, è garantito da quattro ascensori pubblici e da rampe.


Ibirapuera park - Biennale e musei
www.prodam.sp.gov.br/ibira/bienalemu.htm

pubblicato in data: