Calatrava a Chicago

Sulle sponde del Chicago River potrebbero sorgere una o due torri di appartamenti firmate da Santiago Calatrava: lo riferiscono tra gli altri il Chicago Tribune e il sito Chicagoist.com, sottolineando che le congetture fatte finora sull'effettivo numero degli edifici da realizzare  sono legate alla attuale zonizzazione e al numero di terreni edificabili in corso di acquisizione da parte dellla Fordham Company, l'impresa promotrice dell'intervento.

In base alle altezze consentite nell'area in cui ricadono i siti, che nel giro di un anno hanno quasi raddoppiato il loro valore - sono ipotizzabili due edifici alti 106 e 167 metri. Rimane comunque l'incognita se li progetterà entrambi Calatrava, che ha affrontato un tema analogo nel grattacielo al numero 80 di South Street a New York, costituito da una serie di attici vetrati disposti, su quote diverse, a ridosso di una struttura reticolare.

I precedenti contatti di Calatrava con l'amministrazione di Chicago non sono stati particolarmente positivi: anni fa gli amministratori cittadini hanno accantonato, senza fornire spiegazioni in merito, il progetto di due passaggi pedonali che avrebbero dovuto attraversare Lake Shore Drive. Dopo l'affermazione a livello internazionale dell'architetto di Valencia e in seguito al successo delle sue opere americane, però, l'esito dovrebbe essere differente.

Secondo indiscrezioni riportate sempre dal Chicago Tribune,  Calatrava dovrebbe rivelare i dettagli del suo progetto il prossimo 24 maggio. 

pubblicato in data: