Liverpool si mette in mostra

Approvato il progetto dei danesi 3XN per la realizzazione, nella zona portuale tutelata dall'UNESCO, del museo che sostituisce l'incompiuta "Nuvola" di Alsop.

notizie di architettura

Dopo le polemiche, relative soprattutto ai costi, che avevano impedito la costruzione dell'edificio di Will Alsop denominato "Fourth Grace" - soprannominato anche "the cloud", la nuvola, per la sua particolare morfologia - Liverpool, in vista del ruolo di Capitale Europea della Cultura 2008, ha deciso di puntare su una struttura in grado di rappresentare la città non solo in termini di immagine, ma anche sotto il profilo della tradizione e della storia sociale.

I piani per il Museum of Liverpool, che sorgerà nell'area della Mann Island, a ridosso del Pier Head, uno dei principali moli del lungomare "postindustriale" dichiarato recentemente Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco, sono stati approvati ai primi di luglio dall'Agenzia per lo sviluppo regionale del Nordovest (Northwest Regional Development Agency, NWDA). La notizia è riportata sul sito del National Museums Liverpool: l'ente, che attualmente gestisce otto musei (World Museum Liverpool, Walker Art Gallery, Conservation Centre, Lady Lever Art Gallery, Sudley House, Merseyside Maritime Museum, Customs & Excise National Museum, Museum of Liverpool Life) è il committente ufficiale del nuovo complesso.

E' stata affidata ai danesi di 3XNielsen (con il contributo di Buro Happold per le strutture) la progettazione dell'edificio a forma di X, determinata dall'incrocio di elementi inclinati e sfalzati, che dovrebbe svolgere la doppia funzione di spazio espositivo (con una superficie di circa 10.000 mq) e  monumento-simbolo della rinascita di una città provata negli scorsi anni dalla recessione.

Dalla vetrina on line dello studio (fondato nel 1986 e noto per l'Ambasciata Danese a Berlino), oltre ai rendering di progetto, si ricavano informazioni sui tempi dei lavori di costruzione, che inizieranno nell'aprile 2006: la prima fase si concluderà nel 2008, per consentire lo svolgimento di iniziative culturali collegate alla Capitale della Cultura, ospitate nella prima parte del complesso; la seconda parte, in una fase successiva, dovrebbe invece essere completata entro il 2010.

 

Per approfondimenti:

National Museums Liverpool

3XNielsen

pubblicato in data: