La proporzione aurea del girasole

In Cornovaglia un nuovo centro didattico, dedicato alla conoscenza del mondo vegetale, riprende la morfologia del fiore e ne cita il comportamento attraverso un grande lucernaio centrale, circondato da una "corolla" di granito.

notizie di architettura

Ha aperto il 19 settembre, a una cinquantina di chilometri da Plymouth e a 430 da Londra, la struttura didattico-museale, costruita  nell'ambito dell'iniziativa denominata "Eden Project", che attraverso esposizioni, proiezioni e attività di laboratorio aiuterà a conoscere meglio le piante e il loro contributo all'equilibrio naturale. La notizia è riportata dall'edizione on line del Guardian, che evidenzia l'originalità dell'edificio, una specie di gigantesca scultura ispirata alla forma del girasole: in questo fiore dotato di una copertura in rame punteggiata di lucernai simili a escrescenze, il pistillo è rappresentato dall'ampia apertura circolare modellata nel granito decorato con spirali.

Il grande "occhio" rivolto verso il sole è all'origine del nomignolo assegnato all'edificio: "The core", il centro - inteso anche come nucleo centrale di attrazione degli sguardi (all'esterno) e dei percorsi (all'interno). Il progetto è di Jolyon Brewis, dello studio Grimshaw, che con i suoi collaboratori ha applicato  una morfologia basata sulla cosiddetta serie di Fibonacci (in cui ogni termine è dato dalla somma dei due precedenti), ovvero la sequenza numerica cui si può riferire anche la struttura della corolla di un girasole.

Poiché il rapporto tra due numeri successivi della serie approssima il valore corrispondente alla misura della sezione aurea, a partire da un elemento naturale con una forte connotazione simbolica, il linguaggio architettonico si ritrova a confrontarsi con leggi matematiche tradizionalmente proprie di un approccio più razionalistico.

"The core", costato quindici milioni di sterline e finanziato con fondi della Millennium Commission, dell'Agenzia deputata allo svilupo regionale dell'Sud-Ovest della Gran Bretagna e dell'Obiettivo 1, è anche un esempio di edificio sostenibile e rivolto ai bambini, cui sono destinate specifiche attività didattiche di laboratorio. Tra l'altro, i piccoli visitatori possono accedere al pianoterra del centro mediante un'apposita porticina e uno scivolo. Ai due piani superiori, cui si arriva tramite la scala o l'ascensore, sono collocati gli spazi per lo svolgimento di mostre, dibattiti e seminari.

Il centro didattico è stato realizzato a pochi passi da Eden, il parco scientifico che, come l'omonimo progetto (compreso fra le iniziative per il 2000), promuove la biodiversità. All'interno sono ricostruiti tre "biomi", cioè insiemi di flora e fauna corrispondenti a specifiche aree geografiche e contesti climatici: due, Humid Tropics (foreste pluviali e isole tropicali) e Warm Temperate (Mediterraneo, Sud Africa e California), sono racchiusi in serre la cui cupola è composta da una trama di esagoni, pentagoni e triangoli - il sito di Grimshaw Architects sottolinea che contengono 667 tonnelate di elementi d'acciaio; mentre il terzo, Outdoor Landascape, corrisponde allo spazio aperto del parco e al clima della Cornovaglia.

Immagine del centro didattico (dal sito edenproject.com)

Grimshaw Architects

Visita virtuale di Eden (dal sito edenproject.com)

Note sulla serie di Fibonacci (dal sito math.it)

pubblicato in data:

La proporzione aurea del girasole

In Cornovaglia un nuovo centro didattico, dedicato alla conoscenza del mondo vegetale, riprende la morfologia del fiore e ne cita il comportamento attraverso un grande lucernaio centrale, circondato da una "corolla" di granito.