Aria nuova a Seattle

Lo studio Weber + Thompson, per il suo quartier generale, adotterà un ingegnoso sistema di raffreddamento passivo, basato sul flusso naturale delle correnti d'aria e alternativo ai tradizionali condizionatori.

notizie di architettura

I lavori di costruzione dell'edificio su Terry Avenue, che dal 2007 dovrebbe ospitare gli uffici centrali dello studio  - ma sarebbe più corretto parlare di una società di architettura - Weber + Thompson, inizieranno l'anno prossimo: il progetto però fa già parlare di sè, perché decisamente improntato alla sostenibilità e al risparmio di risorse energetiche. Infatti, come riferisce il Seattle Times, il complesso sarà refrigerato attraverso un meccanismo di raffreddamento passivo innescato dall'interazione dei flussi d'aria con gli spazi aperti.

Convogliata verso il cortile, previsto al centro della struttura quadrata, l'aria calda (soprattutto in estate) tenderà a salire e a muoversi verso le finestre aperte sullo spazio interno all'edificio: si produrranno quindi correnti d'aria opposte, che garantiranno il ricambio. All'abbassamento della temperatura contribuiranno anche speciali persiane montate sul lato esterno delle finestre, schermi di vetro in grado di filtrare le radiazioni ultraviolette e uno strato ottenuto con una miscela di colore chiaro, che conterrà l'azione termica dei raggi solari sul tetto.

La struttura a quattro piani della futura sede di Weber + Thompson, progettata per ottenere la Certificazione LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), allo scopo di garantire un graduale assorbimento diurno del calore e una altrettanto graduale dispersione durante la notte, sarà realizzata in calcestruzzo colato.  

 

Immagini del progetto (dal sito ufficiale di Weber + Thompson, www.weberthompson.com)

Animazione (dal sito ufficiale di Weber + Thompson)

Immagini e schemi tecnici (da The Seattle Times, http://seattletimes.nwsource.com)

 

pubblicato in data: