Conto alla rovescia per il Performing Arts Center di Miami

Dovrebbe concludersi tra circa un anno il lungo percorso di ideazione e realizzazione a Miami del PAC (Performing Arts Center), struttura polifunzionale comprendente un Teatro per l'opera e il balletto da 2400 posti, una Sala concerti da 2000 posti e uno spazio all'aperto (il "Piazzale delle Arti") destinato a ospitare iniziative culturali e di interesse sociale. Autore del progetto, come sottolinea il Miami Herald, è l'argentino Cesar Pelli, insieme ai suoi collaboratori, coordinati da  Fred W. Clarke.

L'incarico per il Performing Arts Center fu conferito nel marzo 1996, attraverso un concorso incentrato sul dialogo e il riscontro tra aspiranti progettisti e cittadinanza. Nel 1999 si concluse la fase di sviluppo del progetto e l'anno dopo fu portato a termine il primo atto dei lavori: la demolizione del "Sears Building" (il grande magazzino della Sears, Roebuck & Co.), di cui Pelli ha preservato solo la torre centrale, come segno di continuità.

Secondo il sito ufficiale del PAC, la struttura, iniziata nell'estate del 2001, dovrebbe essere portata a termine entro il prossimo autunno: l'allungamento dei tempi ha comportato uno sforamento del budget iniziale di almeno 100 milioni di dollari. A questo proposito, è interessante considerare - come riportato da più fonti - che in realtà l'idea di costruire a Miami un centro dedicato alle arti sceniche e agli spettacoli musicali risale alla metà degli anni Ottanta, periodo in cui organismi cone la Concert Association of Florida, la Florida Philharmonic e il Miami City Ballet manifestarono la medesima esigenza di uno spazio articolato per esibizioni.


Dal sito ufficiale del Miami Performing Arts Center (pacfmiami.org):

Cronologia dei lavori di costruzione per immagini

Ultimi aggiornamenti

 

Sito di Cesar Pelli & Associates Architects

pubblicato in data: