Ricordare lo Tsunami

Sono cinque i progetti che accederanno alla seconda fase del concorso per il Memoriale dello Tsunami che il 26 dicembre 2004 devastò le coste dell'Asia Meridionale e Sudorientale: i nomi dei finalisti rappresentano il risultato del lavoro di selezione svolto dalla giuria su un totale di 379 proposte.

Il bando invitava a sottoporre idee preliminari - da approfondire nella seconda fase  - che associassero al ricordo delle vittime del maremoto la definizione di un luogo in cui meditare e approfondire la conoscenza del fenomeno catastrofico dal punto di vista scientifico.

Tra gli oltre quaranta Paesi coinvolti nella competizione, hanno prevalso Cina, USA, Finlandia, Spagna e Australia, Stati di provenienza, rispettivamente, di Liang Hou; VeeV Design, Raveevarn Choksombatchai e William Oren; Avanto Architects Ltd, Anu Puustinen e Ville Hara; Ana Somoza Jimenez, Angel Martines, Eva Sebastian Penin e Raquel Lozano; Richard Weller e Gary Marinko.

Come sottolinea The Nation, riportando che l'annuncio ufficiale dei finalisti ha avuto luogo giovedì 15 dicembre, in alcuni casi, alle soluzioni proposte, sono state "perdonate" piccole incongruenze con i criteri generali del concorso: viceversa, è stata privilegiata la coerenza complessiva delle singole ipotesi e il minore impatto ambientale. La giuria ha anche attribuito dieci menzioni d'onore ad altrettante ulteriori proposte significative.

Entro il 2 maggio i finalisti dovranno consegnare gli elaborati di progetto dettagliati, portando a compimento la seconda fase del concorso; il nome del vincitore sarà reso noto il prossimo 22 maggio. Del Memoriale dovranno fare parte, secondo il sito ufficiale della "Tsunami Memorial Design Competition", anche uno spazio didattico e un'area per mostre ed esposizioni.

 

Immagini dei progetti finalisti e delle dieci menzioni 

[ tsunamimemorial.or.th ]

pubblicato in data: