Varata la Riforma dell'accesso alle professioni

Il 22 dicembre 2005 il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Letizia Moratti, la riforma dell’accesso alle professioni e dei relativi esami di Stato.

Vengono ridisciplinati gli esami di Stato per tutte le professioni già comprese nel Dpr 328/2001.

Per gli agrotecnici, geometri, periti agrari, periti industriali, si è elevato il titolo d’accesso, prevedendo come requisiti la laurea triennale con un successivo tirocinio semestrale.

Si è concordato con gli Ordini una durata del tirocinio:

  • sei mesi per la maggior parte degli ordini
  • 1 anno per gli ingegneri, tenendo conto della possibilità di espletarlo durante il corso di studi universitari, sulla base di accordi stipulati fra Ordini ed Università - nell'ambito di una convenzione quadro concordata tra il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca ed il consiglio nazionale.

Il Decreto entrerà in vigore dopo che il Consiglio dei Ministri avrà dato il via libera definitivo al testo, che potrà avvenire successivamente al parere del Consiglio di Stato. Se i tempi saranno rispettati, già dalla prima sessione degli esami di Stato del 2006 saranno adottate le nuove discipline relative ai requisiti di accesso, alle nuove prove d’esame e alle nuove procedure per l’esame di Stato.

 

Vedi comunicato stampa integrale sul sito del Ministero dell'Istruzione [ www.istruzione.it ]

pubblicato in data: