Espansione geniale

Progettato dallo studio del giapponese Fumihiko Maki, il nuovo edificio destinato a integrare il Wiesner Building di I. M. Pei - attuale sede del MIT Media Lab - è stato pensato per facilitare l'attività dei ricercatori e incoraggiare lo studio interdisciplinare. L'organizzazione degli spazi presentata sul sito del MIT (expansion.media.mit.edu) prevede sette laboratori (di superficie variabile tra i 460 e i 790 mq), distribuiti su sei piani con andamento sfalzato - il primo livello di un laboratorio posto in corrispondenza del secondo livello del laboratorio adiacente.

Le funzioni comprese nell'espansione, la cui superficie complessiva dovrebbe superare di poco i 15.000 mq,  si disporranno intorno a un atrio ripartito in due aree, una più esterna  e una più interna, messe in relazione da uno scalone. Il secondo piano sarà occupato dagli uffici amministrativi (300 mq), mentre al quarto verrà realizzata una caffetteria.

I gruppi di ricerca sulle arti visive e i mezzi di comunicazione avranno a disposizione otto sale riunioni e frequenti percorsi di collegamento: la logica - come evidenzia la sezione informativa del sito web.mit.edu - sarà quella della flessibilità totale, per consentire lo spostamento di persone e attrezzature.

Immagini del progetto (da expansion.media.mit.edu/)
http://expansion.media.mit.edu/

pubblicato in data: