L'Umanità al museo

 

Lo studio di Olivier Brochet, Emmanuel Lajus e Christine Pueyo realizzerà la trasformazione del Palais de Chaillot, costruito verso la fine degli anni Trenta nel luogo in cui precedentemente sorgeva il Palazzo del Trocadero - abbattuto in occasione dell'Esposizione Internazionale del 1937 (wikipedia.org): in altri termini, il gruppo di architetti vincitori di un apposito concorso, bandito lo scorso anno, curerà l'intervento finalizzato a trasformare l'edificio che ospita il Museo dell'Uomo di Parigi.

 

Il magazine digitale Linternaute (linternaute.com) riferisce che la superficie utile del complesso rinnovato, in base al progetto presentato giovedì 21 dicembre, sarà pari a 13.000 mq, ripartiti in modo da destinarne quasi la metà (6000 mq) al pubblico e 4000 mq alle attività didattiche e di ricerca. Tutti i percorsi saranno organizzati intorno all'atrio, che costituirà il fulcro di una sistemazione in grado di valorizzare "l'architettura esistente e rivelarla con un approccio allo stesso tempo rispettoso e innovativo". Un esempio è la demolizione di un finto soffitto, prevista per consentire ai visitatori - sempre secondo Linternaute - di vedere la cupola dell'antico Palazzo del Trocadero.

 

Come evidenzia diplomatie.gouv.fr, pur ridimensionate in seguito alla chiusura delle gallerie africane, con conseguente trasferimento di 200.000 reperti, le collezioni di paleoantropologia del Musee de l'Homme continuano a essere raccolte di grande prestigio. Insieme ad altre tipologie di manufatti e fossili contribuiranno a raccontare le vicende dell'Umanità dalla Prestoria a oggi.

I lavori al Palais de Chaillot dovrebbero iniziare nel 2008 e concludersi al massimo in quattro anni, con un investimento complessivo di circa 50 milioni di euro.    

 

Immagini del progetto (su linternaute.com): 1 | 2

 

Notizie sul Palais de Chaillot
(in francese, suparis1900.lartnouveau.com)

 

Sito ufficiale di Brochet - Lajus - Pueyo

 

pubblicato in data: