Padiglione spagnolo a Shanghai 2010

pubblicato il:

Il 25 giugno 2007 a Zaragoza il Consejo de Administración de la Sociedad Estatal para Exposiciones Internacionales (SEEI) assegna il primo premio e quindi la realizzazione del Padiglione di Spagna nella Esposizione Universale di Shanghai 2010 allo studio Miralles-Tagliabue (EMBT)

L'architetto Izaskun Chinchilla si aggiudica il secondo premio.

In giuria i professori universitari di Madrid e Milano, Luís Fernández Galiano e Francesco dal Co, e l'architetto navarro Patxi Mangado, autore del Padiglione di Spagna a Zaragoza 2008.

Se il bosco e il fango sono le metafore ispiratrici del Padiglione di Spagna  Zaragoza 2008 proposta da Mangado, per Shanghai il progetto si basa su un'icona altrettanto spagnola: il cesto di vimini.

Il progetto vincitore rispecchia il clima spagnolo e gioca con la potenzialità tecnica del vimini, con grandi patii che, uniti al concetto tradizionale del contenitore, articolano spazi ibridi che permettono un transito facile e fluido.

Mangado ha affermato: "si tratta di una proposta contemporanea, innovatrice, di impatto e semplice da costruire...  un valore aggiunto la scelta di utilizzare elementi naturali ecologicamente sostenibili"

 

code: VOLVER2010

Architect: MirallesTagliabue EMBT Architects
Ptge. Pau 10 bis Pral 8002 Barcelona Spain
www.mirallestagliabue.com

Architect: Benedetta Tagliabue, Miralles Tagliabue EMBT Associats Architects (project leader)

Project Team Miralles Tagliabue:
Benedetta Tagliabue | Makoto Fukuda | Salvador Gilabert | Francesca Ciprini | Judith Plas | Gitte Kjaer | Natalia Leone | Guile Amadeu | Mattia Cappelletti

3D Models: Michael Gonzales | Jan Kokol

Estimated cost: Salvador Gilabert

 


maggiori informazioni

- padiglioni spagnoli expo 2008 -2010 www.expo-int.com

-  shanghai world expo www.expo2010china.com

[Shanghai 2010], [Miralles-Tagliabue]