Energia creativa

Venti gruppi di studenti universitari provenienti, oltre che dagli Stati Uniti, anche da Canada, Germania e Spagna, sono impegnati nella costruzione del "villaggio solare" al National Mall, il grande parco al centro di Washington che ospita l'edizione 2007 del Solar Decathlon: la manifestazione, sponsorizzata dal Dipartimento dell'Energia (DOE) e da diversi altri enti, tra cui - come puntualizza solardecathlon.org - l'American Institute of Architects,  incoronerà la migliore proposta di casa a energia solare.

I prototipi sono stati realizzati dai giovani partecipanti adoperando materiali forniti da grossi sponsor, che hanno anche offerto ad alcuni studenti la possibilità di svolgere tirocini aziendali (solardecathlon.org), per verificare sul campo il funzionamento delle attrezzature tecniche.

Il vincitore assoluto del Decathlon verrà proclamato il 19 ottobre, a conclusione di una serie di  sfide, che hanno individuato i progetti più riusciti nelle seguenti categorie: architettura, ingegneria, commerciabilità, illuminazione, comunicazioni, confort, impianti, acqua calda, equilibrio energetico e "capacità di alimentare un'auto solare con la propria casa" (eere.energy.gov).             

Ogni fase intermedia ha consentito l'accumulo di una certa quantità di punti (il numero massimo che può essere totalizzato alla fine di tutte le prove è 1200). La competizione sulle caratteristiche architettoniche  dell'alloggio solare garantiva 200 punti ed è stata vinta dal gruppo del Politecnico di  Darmstadt (Germania).

L'alloggio proposto dai ragazzi tedeschi - ampiamente documentato sul sito solardecathlon.de - è basato sul criterio dell'energia passiva, ovvero è stato concepito con tutte le comodità, ma  in modo da "richiedere una quantità minima di energia". La struttura risulta articolata come un sistema di involucri concentrici: le pareti esterne, costituite da pannelli in legno di quercia simili a frangisole e dotata di sistemi fotovoltaici; la fascia intermedia, che include  il patio protetto da una copertura anch'essa fotovoltaica; il nucleo centrale attrezzato, comprendente gli ambienti abitabili e i principali impianti.

Oltre all'autonomia energetica, la casa proposta dalla Technische Universität Darmstadt è flessibile nella distribuzione delle funzioni e può essere adattata alle condizioni climatiche del luogo in cui viene edificata.
 
Immagini via webcam della casa ideata dal gruppo della Technische Universität Darmstadt (da solardecathlon.de)

Altre immagini (da solardecathlon.de): 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8  

Foto di tutte le case costruite per il Solar Decathlon 2007

Sito ufficiale del Solar Decathlon

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: