Stanze di luce

Ruota intorno a due punti fermi, la soluzione elaborata dallo studio di David Chipperfield per l'ampliamento del Museo d'Arte di Saint Louis, che, "dopo più di dieci anni di progetti" (archirecord.construction.com), si appresta a vedere la luce nel 2011: l'integrazione della sede storica con un nuovo gruppo di gallerie illuminate da lucernai e costruite su un unico livello, al posto dell'attuale parcheggio scoperto; lo spostamento al piano interrato di 300 posti macchina, accompagnato al rafforzamento del legame tra il museo e il vicino Forest Park.

Come è emerso dalla presentazione ufficiale del progetto, lo scorso 5 novembre, nei circa 8000 mq aggiuntivi rientreranno, oltre ai settori espositivi veri e propri, destinati a contenere la collezione permanente di più di 30.000 oggetti e le diverse mostre itineranti, anche una serie di attrezzature per l'accoglienza del pubblico in grado di realizzare "a pieno il potenziale del nuovo spazio..." e migliorare "nettamente la capacità del museo di operare come istituzione del 21° secolo"(stlouis.art.museum).

L'espansione del Saint Louis Art Museum comporterà un investimento pari a 125 milioni di dollari, che verranno raccolti attraverso il contributo di investitori privati e membri della comunità. L'inizio dei lavori è previsto per la fine del 2008.

Immagini (da bdonline.co.uk):
1 | 2 | 3 | 4

Sito ufficiale di David Chipperfield Architects (davidchipperfield.co.uk, seguire il percorso Projects > Selected Projects > Museums and Galleries > Saint Louis Art Museum)
 

pubblicato in data: