Modena mostra la faccia

risultato concorso

Il giovane studio Modenese / Fiorentino ACArchitects guidato dall'architetto Annalisa Castorri con la collaborazione del grafico Andrea Braghiroli vince il concorso d'idee "Modena Cambia Faccia", bandito per la riqualificazione urbana di Porta Saragozza e Porta San Francesco a Modena.

Il progetto spazia dall'urbanistica in senso stretto al design, passando per una proposta di politica economica e sociale per un'immagine rinnovata della cittá, capace di rendere la qualitá del vivere in cittá un modello da esportare alla stregua dei suoi prodotti universalmente riconosciuti.

…E se Comune di Modena, Ferrari, Prosciutto di Modena, Aceto Balsamico, artisti modenesi, Industria Biomedicale, Meccanica, Ceramica, Pallavolo Modena, Firme della Moda Modenese coordinassero esposizioni ed eventi negli spazi del centro cittá per una nuova politica sociale? Garages, locali inutilizzati, negozi, laboratori artigianali, ecc… diventerebbero sede di un grande esperimento economico, sociale ed artistico al tempo stesso.

L’esperimento economico consiste in un accordo di marketing tra privati che gestiscono gli spazi del centro e le industrie modenesi per l’esposizione di pezzi estranei al carattere dei locali in senso stretto (es. un negozio di abbigliamento espone prototipi di prodotti industriali modenesi, un coiffeur espone una nuova autovettura, in un garage si allestisce un’enoteca temporanea o un laboratorio per i residenti).Tale esposizione è a rotazione (diversi tipi di prodotti nell’arco dell’anno a seconda degli avvenimenti legati alla fiera di Modena e ad altri eventi) e si basa su un reciproco scambio di personale e di investimento sulla comunicazione (le attivitá che traggono profitto dall’iniziativa reinvestono nella stessa e sul progetto sociale).

L’esperimento sociale si basa sulla naturale correlazione: attivitá produttive (economiche e artistiche) – tessuto sociale locale. Sotto il coordinamento del Comune, le iniziative di vario tipo avranno tra i loro obiettivi fondamentali politiche d’inclusione ed integrazione delle fasce sociali piú deboli (es. performance di degustazione di Aceto Balsamico con catering composto da disabili mentali, giovani incentivati alle iniziative, anziani coinvolti nelle attivitá ecc…)

L’esperimento artistico consiste nel collegamento tra gli eventi e la cittadinanza tramite il progetto illuminotecnico. Il risparmio energetico è gestito dal telecontrollo: Proiezioni, collegamenti in tempo reale, filmati, illuminano in modo sempre nuovo il centro della cittá, fornendo informazioni sugli eventi. La forte connotazione sociale del progetto vuole che tutta la collettività tragga vantaggio dall’immagine rinnovata di Modena: la cittá diventa un modello di vita da esportare in tutto il mondo, esattamente come i suoi prodotti.

 

Contatti _ ACArchitects acastorri@libero.it

pubblicato in data: