La Sala Consiliare di Musilli e Gallerani

risultato concorso

Terzo posto ai giovani architetti Domenico Musilli e Emanuela Gallerani al concorso di idee per l'individuazione di una proposta di sistemazione interni aula consiliare Comune di Chiaravalle.

Il Concorso, nasce dall'esigenza manifestata dall'Amministrazione Comunale di Chiaravalle, di operare una riqualificazione all'interno dell'attuale Sala Consiliare, sia da un punto di vista compositivo, che funzionale. La Sala Consiliare, è caratterizzata da una planimetria semplice, un rettangolo di lunghezza pari a 15 mt, una larghezza di 8 mt circa e un'altezza pari a 6.70 mt. Le pareti verticali presentano attualmente un rivestimento di carta da parati e la pavimentazione è in marmo. Una delle pareti più lunghe, è interamente vetrata e questo garantisce una costante illuminazione indiretta durante le diverse ore della giornata.

L'idea progettuale di Musilli e Gallerani può sintetizzarsi in due elementi principali:
- la riorganizzazione dello spazio interno per garantire una migliore utilizzazione dello stesso;
- la rimodulazione del sistema di illuminazione naturale ed artificiale.

L'interno della Sala, è stato completamente rivisitato, le pareti verticali laterali (quelle più corte) sono state trattate con un rivestimento in pannelli di legno leggermente ruotati e sovrapposti tra loro, all'interno dei quali è stato inserito un sistema di illuminazione al neon che consente una rimodulazione della luce artificiale di tipo indiretta con l'eliminazione degli effetti di bagliore diretto. Un sistema con funzione estetica ma soprattutto funzionale. Le lame di luce come amano definirle i progettisti servono ad alleggerire le pareti rivestite e creano una condizione luminosa più che sufficiente anche nelle ore serali/notturne. Stesso criterio, è stato utilizzato anche se con un disegno differente, per la soluzione del soffitto e dell'illuminazione dall'alto.

Si è voluto eliminare l'utilizzo di luci dirette sulle persone presenti in sala, con il criterio dell'illuminazione indiretta si tende anche ad avere meno ombre nette per una migliore visibilità all'interno dell'ambiente. La parete in cui troviamo le due porte di ingresso alla sala invece, viene semplicemente trattata con pittura di differente colore nella parte centrale, dove pensiamo collocato lo stemma del Comune di Chiaravalle. La parete opposta, interamente vetrata, è stata mantenuta nella sua integrità proprio per non dover rinunciare all'illuminazione naturale dell'ambiente; questa, in caso di necessità, può essere opportunamente oscurata, tramite un sistema di tende elettrificate. La pavimentazione esistente verrà rivestita in parquet cosi come le due nuove pedane su cui verranno collocate le panche per il pubblico e il tavolo per il Sindaco e gli Assessori.

La sala consiliare in tutto, ospiterà complessivi posti a sedere in numero di 52 così suddivisi: - 28 posti a sedere per il Consiglio Amministrativo + 2 per il personale di segreteria; - 22 posti a sedere per il pubblico. - Spazio sufficiente per varie carrozzine per disabili

Si prevede l'utilizzo di panche singole in legno chiaro, facilmente aggregabili tra loro, per le sedute del pubblico; di tavoli modulari in legno chiaro, dotati di appositi dispositivi quali microfoni, prese per computer, ecc.. per i membri del consiglio e di sedie con struttura in acciaio e seduta in stoffa bianca. Sono previsti inoltre, tavoli al centro della sala, per i responsabili di segreteria o per la visione di elaborati tecnici. Tutta la sala sarà dotata di connessione di tipo wireless (senza fili), di un'adeguata acustica atta a garantire la perfetta sonorizzazione dell'ambiente, il posizionamento di un proiettore fisso a soffitto con telo da proiezione a scomparsa.

Gruppo di progettazione

Domenico Musilli [09.08.1976] si laurea in architettura all'Università La Sapienza di Roma nel 2002. Nel 2003 apre il suo studio di architettura specializzato in modellazione tridimensionale, progettazione di interni e progettazioni pubbliche. Grande appassionato di design e design navale si specializza in Interior Yacht design presso lo IED di Roma. Partecipa sin da studente a diversi concorsi nel settore del design e dell'architettura classificandosi terzo ad un concorso di Yacht Design nel 2002, secondo nel gruppo di progettazione per l'ampliamento della Asl di Siena. Primo ad un concorso per la Progettazione di un Monumento dedicato ai caduti nel 2006 oltre a diverse menzioni e riconoscimenti.

Emanuela Gallerani [02.01.1976] si laurea in architettura all'Università di Roma 3 nel 2007 con una tesi di laurea su un parcheggio multipiano ed edificio polifunzionale. In attesa di iscrizione all'Ordine professionale dopo aver conseguito l'esame di abilitazione nell'ottobre del 2008 è al suo primo concorso di architettura.


Maggiori informazioni e graduatoria completa
sito del comune - www.comune.chiaravalle.an.it

pubblicato in data: