Eredità ingombrante

Risale alla prima metà degli anni Trenta il complesso progettato sull'isola tedesca di Rügen dalla "Kraft durch Freude", l'organizzazione  attraverso la quale il nazismo mirava a  fornire svago e intrattenimento a basso costo (wikipedia.org) per gratificare le masse meno abbienti e ottenere "la pacificazione dei lavoratori, che erano stati privati dei loro diritti e le cui organizzazioni erano state  dichiarate illegali nel 1933" (proradok.de).

In realtà, la costruzione dell'impianto, sviluppato per diversi chilometri lungo la costa, nei pressi della città di Prora, subì una battuta d'arresto "con l'inizio della Seconda guerra Mondiale" (worldleisurejobs.com) e, dopo l'impiego come struttura militare negli anni della Germania Est, rientra oggi nell'elenco degli edifici storici tutelati, in quanto "...applicazione dell'architettura moderna nel nazional-socialismo" (proradok.de).

Dai primi anni Novanta, la fondazione NEUE KULTUR, attraverso un centro di documentazione e una mostra permanente, opera per "mantenere Prora come un monumento... e utilizzarlo in modo consono alla sua importanza storica e alle attuali esigenze della regione" (proradok.de). Ha quindi suscitato numerose obiezioni la scelta di attuare all'interno del "Colosso di Rügen" un intervento che dovrebbe interessare otto blocchi residenziali, un teatro e un cinema.  

L'anno scorso l'incarico di trasformare uno dei fabbricati esistenti in un ostello per la gioventù è stato affidato allo studio olandese Atelier Kempe Thill, vincitore nel 2004 (atelierkempethill.com) di un concorso internazionale  appositamente bandito: "secondo 'Russia Today' gli oppositori [al progetto] ritengono che il nuovo villaggio turistico... equivarrebbe a portare a termine il lavoro dei nazisti" (worldleisurejobs.com).  

Oltre all'edificio di Kempe Thill, che dovrebbe essere completato entro il 2010, saranno realizzati un centro sportivo e altre strutture ricettive.

Immagini del progetto di Atelier Kempe Thill per un ostello a Prora (da atelierkempethill.com)

Tour virtuale del complesso di Prora (da proradok.de)

Galleria fotografica (da proradok.de)

pubblicato in data: