photoarch.com compie 10 anni e si rinnova

rinnovamento website Matteo Cirenei

Nel 2009 compie dieci anni il sito che Matteo Cirenei ha dedicato al suo particolare
lavoro di ricerca fotografica, rigorosamente in bianco e nero, dedicato all'interpretazione di forme e proporzioni nell'architettura di noti progettisti,
soprattutto a Milano, ma anche in altre città italiane ed europee.

Per l'occasione, cambia totalmente look la vetrina on-line del fotografo milanese, che propone ora una chiara suddivisione delle aree dei contenuti, con sezioni dedicate all'esposizione dei temi di ricerca, alle mostre e con un archivio liberamente consultabile di circa 300 fotografie selezionate da tutto il materiale originale in negativo.

Tutte le foto presenti su questo sito sono state realizzate in pellicola negativa bianco e nero in medio formato: quasi una contraddizione, questa, con la grande anticipazione dei tempi che nel 1999 vedeva on-line il sito www.photoarch.com, uno dei pochi portfoli sul web in Italia quando ancora i grandi fotografi a malapena avevano un'email.

© Matteo Cirenei

Matteo Cirenei Fotografo e art director, inizia il suo percorso di interpretazione dell'architettura durante gli studi al Politecnico di Milano, ispirandosi in un primo momento a Gabriele Basilico, sviluppando in seguito la propria visione grafica, dinamica e compositiva dei pieni e vuoti che scaturiscono dal rapporto tra costruito e spazio circostante.

I temi della ricerca sono:

  • Architettura Grafica: la ricerca del minimalismo della composizione, in un gioco di pieni e di vuoti.
  • Prospettive dinamiche: gli edifici visti dal punto di vista del pedone, con scorci che ne esaltano le fughe prospettiche, rendendo l'architettura percepita dal basso un oggetto dotato di una forza dinamica che altrimenti non avrebbe nel suo contesto reale.
  • Dialoghi ironici: il gioco tra architettura ed elementi ad essa estranei, ma con forme simili, o la prevaricazione degli oggetti dell'arredo urbano messi in
    primissimo piano.
  • Spazi urbani: i luoghi con grande spazio tra gli edifici, visti come non li vediamo mai, come in un quadro di De Chirico o come in una città irreale.

Sito internet: www.photoarch.com

pubblicato in data: