Fuoco ravvivato

La "nostra personale Torre di Pisa", così una studiosa intervistata dal Telegraph (telegraph.co.uk) definisce The Monument, ovvero la colonna alta 61 metri che, al centro di Londra, ricorda il disastroso incendio scatenatosi nel 1666 riducendo in cenere migliaia di edifici (wikipedia.org), tra cui la Cattedrale di Saint Paul: martedì 16 febbraio 2009, al termine di lavori protrattisi per un anno e mezzo, il monumento è stato riaperto ai visitatori, che hanno potuto vedere da vicino gli effetti del restauro  costato 4.500.000 di sterline (building.co.uk).

L'intervento sul memoriale disegnato da Christopher Wren e Robert Hooke, e  completato nel 1677 (julianharraparchitects.co.uk), ha come elemento centrale la realizzazione di una nuova piattaforma panoramica, definita dal sito themonument.info come una "galleria ingabbiata". Autore del progetto è l'architetto Julian Harrap, che con il suo studio ha curato anche il ripristino delle parti in rame e il rifacimento dello strato di doratura sulla "sfera fiammeggiante" (building.co.uk) posta in sommità. 

Nel restauro - che segue quello del 1888 (themonument.info) - sono rientrati anche la riparazione delle sculture, il rinnovo degli impianti di illuminazione e dei telescopi. Inoltre, alla fine dei 311 scalini che consentono al pubblico di arrivare al punto di osservazione sulla città  è stata installata una telecamera che trasmette (con uno sfasamento di pochi secondi) le vedute della City sul web.

Galleria di immagini (da julianharraparchitects.co.uk)

Vista panoramica (da themonument.info)

Immagini e note storiche sul Grande Incendio di Londra (da wikipedia.org in inglese; la versione italiana è priva di fonti, ndr)

pubblicato in data: